CAPO ALI'. STRADA INTERROTTA CAUSA FRANA

CAPO ALI'. STRADA INTERROTTA CAUSA FRANA In evidenza

Transito interrotto lungo la Strada Statale 114 a causa di una frana verificatasi  all'altezza del Capo Alì. L'ennesimo smottamento che interessa il costone roccioso e che stavolta ha rischiato di provocare seri danni.

La frana infatti si è verificata proprio mentre transita un auto, una BMW che è stata colpita dai detriti che scivolavano dalla parete rocciosa lungo la carreggiata.

L'automobilista, un giovane di Itala, è riuscito a superare lo smottamento  riportando solo qualche lieve ferita.

Sul luogo sono giunti i carabinieri della locale stazione al comando del luogotenente Salvatore Garufi, i vigili urbani e gli amministratori comunali con in testa il sindaco Carlo Giaquinta e il suo vice Nino Melato.

Il Capo Alì è stato chiuso al transito. L'autostrada A18 risulta l'unica via alternativa.

000
Letto 2184 volte

Articoli correlati (da tag)

  • RIAPERTA LA SSS 114 . LA CHIUSURA ERA STATA RESA NECESSARIA CAUSA INCENDIO

    E' stata riaperta al transito la ss114 chiusa a causa di un incendio a bordo strada. Il traffico era stato deviato sulla viabilità locale con segnalazioni sul posto.   


    Sul posto presenti Vigili del Fuoco e Forze dell'Ordine oltre alle squadre di Anas per la gestione della viabilità, per consentire la riapertura in sicurezza nel più breve tempo possibile. 

      
     Anas, società del Gruppo FS Italiane, ricorda che quando guidi, Guida e Basta! No distrazioni, no alcol, no droga per la tua sicurezza e quella degli altri (guidaebasta.it). Per una mobilità informata l’evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile anche su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all’applicazione “VAI” di Anas, disponibile gratuitamente in “Appstore” e in “Play store”. Il servizio clienti “Pronto Anas” è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito 800.841.148.     

     

     

  • SCALETTA ZANCLEA. Un arresto in esecuzione di un ordine di carcerazione

    Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Stazione di Scaletta Zanclea hanno arrestato il 56enne pregiudicato D.B.S., in esecuzione di un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Messina – Ufficio Esecuzioni Penali.

    L’uomo, già sottoposto all’affidamento in prova al servizio sociale, nell’agosto del 2016 era stato arrestato dai Carabinieri di Scaletta Zanclea con l’accusa di maltrattamenti contro familiari o conviventi. Riconosciuto colpevole e condannato alla pena di 3 anni e 6 mesi di reclusione, doveva ancora scontare la pena.

    Ieri i militari della stazione di Scaletta Zanclea lo hanno arrestato e condotto in carcere.

     

  • NIZZA DI SICILIA. CHIUSURA PONTE NISI. IL SINDACO BRIGUGLIO : CITTADINI ESASPERATI. LETTERA ALL'ASSESSORE FALCONE

    Il primo cittadino di Nizza di Sicilia Piero Briguglio ha inviato nelle scorse ore una nota all’assessorato alle infrastrutture e mobilità chiedendo chiarimenti in merito alla prolungata chiusura del ponte Nisi.

    La chiusura del ponte che collega i comun di Nizza di sicilia ed Alì terme come ricorderete era stata disposta dall’Anas nel settembre dello scorso anno.

    Ad oggi però il ritardato appalto dei lavori e il conseguente mancato avvio dei lavori di demolizione e ricostruzione del ponte causano notevoli disagi e pregiudicando la situazione economica delle attività commerciali di Nizza di Sicilia.

    La situazione attuale infatti a seguito del dirottamento del transito veicolare dalla ss114 sulla via Lungomare penalizza le attività commerciali.

    “Stiamo registrando, afferma Briguglio, gravi perdite per i nostri commercianti con conseguenti pesanti ricadute socialmente negative per tutti i cittadini. Sono amareggiato e preoccupato per il disagio che tale chiusura sta provocando sia in termini di viabilità che in ordine ai disservizi subiti. Per questo, prosegue Briguglio, ritengo che sia arrivato il momento che l’Anas e l’assessorato mi informino sull’iter procedurale dei lavori. Vogliamo sapere i tempi di esecuzione dei lavori e la conseguente riapertura del ponte Nisi.”

    A breve, come ha anticipato il sindaco di Nizza di Sicilia,  sarà indetta una riunione unitamente al comune di Alì Terme e a tutte le forze politiche, le associazioni, i commercianti e i cittadini affinché si faccia chiarezza su tempi e modalità di esecuzione dei lavori.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI