A18: il Sindaco Metropolitano De Luca e l’on. Lo Giudice chiedono all’Assessore Regionale on. Falcone e ai  vertici del CAS un incontro pubblico

A18: il Sindaco Metropolitano De Luca e l’on. Lo Giudice chiedono all’Assessore Regionale on. Falcone e ai vertici del CAS un incontro pubblico In evidenza

Il Sindaco Metropolitano dott. Cateno De Luca e l’on. Danilo Lo Giudice hanno richiesto un incontro all’on. Marco Falcone, Assessore Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità, per discutere delle precarie condizioni dell’autostrada A18 Messina-Catania, anche a seguito delle pressanti mobilitazioni sorte nei giorni scorsi, al fine di conoscere  lo stato dell’arte e la programmazione degli interventi che riguardano questa importante arteria, che presenta numerosi disagi e interruzioni viarie. All’incontro saranno, altresì, presenti i vertici del Consorzio per le Autostrade Siciliane alfine di informare la Cittadinanza in merito alle azioni che si stanno intraprendendo.

La riunione, che sarà pubblica, si svolgerà nel Salone degli Specchi di Palazzo degli Specchi giovedì 13 dicembre 2018 alle ore 16.30.

000
Letto 131 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Da Tenente Colonnello a Colonnello, avanzamento di grado per il Comandante della Polizia metropolitana Antonino Triolo

    Si è svolta stamane, a Palazzo dei Leoni, la cerimonia di avanzamento di grado al Comandante della Polizia metropolitana di Messina, Antonino Triolo, che da Tenente Colonnello con funzioni di comando assume i gradi di Colonnello con funzioni di comando. Il Sindaco metropolitano Cateno De Luca ha elogiato l'attività del Comandante Triolo e dell'intero corpo di polizia che è stata contraddistinta da numerose operazioni mirate alla prevenzione ed alla repressione delle attività illecite nell'intero territorio provinciale. Il Colonnello Triolo ha ringraziato il Sindaco metropolitano De Luca per l'assegnazione dei nuovi gradi e tutti gli agenti della Polizia metropolitana per il quotidiano impegno prestato a servizio della collettività sempre con la massima professionalità e dedizione.

  • ALI’TERME. SVINCOLO AUTOSTRADALE AL CENTRO DELLA CONFERENZA DEI SERVIZI PER IL MASTERPLAN

    Si è svolta stamane nella sala Boris Giuliano di Palazzo dei Leoni la conferenza di servizi Patto per lo Sviluppo Masterplan, presieduta dal Sindaco Cateno De Luca, alla quale hanno partecipato i rappresentanti dei principali Enti coinvolti.

    In rappresentanza dell’Assessore Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana è intervenuta la dott.ssa Buccellato, per il Consorzio Autostrade Siciliane il Direttore Generale ing. Salvatore Minaldi e l’ing. Gaspare Sceusa; l’ing. Cristiano Fogliano per l’ANAS Catania, per il Genio Civile di Messina l’ing. Capo Antonio Platania e l’ing. Antonio Di Gangi. Inoltre, hanno partecipato il soprintendente BB.CC. Arch. Orazio Micali, il sindaco del Comune di Alì Terme e gli ingegneri Bossola e Andreani della Technital.

    “È l’inizio di un ciclo di conferenze che riguardano le opere inserite nel Masterplan – ha affermato il Sindaco De Luca - oggi abbiamo affrontato la tematica relativa allo svincolo autostradale di Alì Terme e a tutte le parti ho preannunciato quelle che saranno le nuove condizioni che verranno poste a tutti i soggetti attuatori di queste importanti infrastrutture che ammontano a circa 330 milioni di Euro”. Le scadenze sono ben chiare: entro dicembre 2019 debbono essere appaltate le opere, pertanto, il Sindaco De Luca ha disposto un aggiornamento di tutti i cronoprogrammi ed un ciclo di conferenze che coinvolgano il territorio per attenzionare a tutti i soggetti attuatori, quindi Comuni e vari Enti, le regole di velocizzazione della spesa. In tal modo “nessuno sarà nelle condizioni di non rispettare le direttive, anzi segnaleremo alla Corte dei Conti le trasgressioni al nuovo cronoprogramma” ha aggiunto De Luca. Per quanto riguarda lo svilncolo di Alì Terme, la discussione è stata aggiornata a venerdì prossimo, in modo tale da individuare soluzioni per le criticità che sono emerse, così da sbloccare definitivamente l’iter e dare avvio al progetto esecutivo.

  • TAORMINA. AUTOSTRADA A18 RIAPERTA AL TRAFFICO. VERGOGNA SENZA FINE

    Intervento lampo per ripristinare la carreggiata lato mare dell’autostrada A18 tra Giardini Naxos e Roccalumera. L’autostrada è rimasta chiusa alcune ore ieri pomeriggio per consentire alle squadre di pronto intervento del Cas di tappare alla meno peggio le grosse buche che si erano create a seguito delle forti piogge.

    Intervento lampo appunto, eseguito in emergenza e lontano dall’essere risolutivo. Una situazione paradossale che ha registrato al presa di posizione dei sindaci dei comuni maggiormente coinvolti, Taormina, Giardini Naxos e Castelmola. Mario Bolognari, Nello Lo Turco, Alessandro Costa e Orlando Russo hanno espresso la loro preoccupazione per l’ennesima chiusura dell’Autostrada A18. “Il permanere della  pericolosità per i pendolari e l’approssimarsi della stagione turistica, in un quadro di incertezze sugli interventi da realizzare, hanno affermato i sindaci,  possono penalizzare gravemente il territorio comprensoriale. Denunciano anche che, ad oggi, i lavori non sembrano procedere come sperato, nonché l’uso della SS 114 come unica soluzione alternativa.”

    Toccherà adesso al sindaco di Giardini Naxos, Nello Lo Turco, organizzare a breve un confronto con i vertici delle istituzioni responsabili. Il fatto è però che di vertici ce ne sono stati tanti, troppi. Parole e promesse che non hanno contribuito a velocizzare i lavori di ripristino delle condizioni di sicurezza dall’autostrada A18. Bisogna andare oltre. E’ il momento di passare alla fase operativa. A chiederlo sono i cittadini. Proprio oggi pomeriggio alcuni componenti del comitato spontaneo di denuncia nato su facebook saranno ricevuti dal presidente della Regione Nello Musumeci.

    “Oggi, scrive Francesco Puglisi promotore del comitato,  siamo a Palermo per essere ricevuti dal presidente della regione Nello Musumeci,come da accordo preso il 26 gennaio scorso in occasione della sua venuta a Fiumedinisi abbiamo inviato un cronoprogramma delle nostre richieste per quanto riguarda la messa in sicurezza dellaA18 e A20, oggi avremo delle risposte in merito.”

    Dura la presa di posizione del Pd messinese. Paolo Starvaggi, segretario provinciale del Pd di Messina, commenta così la chiusura lampo dell’autostrada di ieri pomeriggio:  “Qualsiasi governo regionale degno di questo nome dovrebbe vergognarsi di un’autostrada, ed è già un titolo usurpato, come la A18 Messina-Catania. Invece da palazzo D’Orleans solo silenzio. Speriamo almeno sia imbarazzato. Nel giro di dieci giorni, prosegue Starvaggi, abbiamo assistito a tre morti, una carambola tra dieci auto e un mezzo pesante, scontri in tangenziale e da ultimo, provvedimento di rara gravità, della chiusura di un tratto di autostrada. Quanto ancora ci vorrà prima che si prendano provvedimenti seri, e non palliativi come quello di ieri?”, è la domanda retorica che il Partito democratico di Messina pone.

    E’ la domanda alla quale i cittadini chiedono venga data una risposta, una seria però.

    Ma davvero cosa c’è di tanto complicato nel programmare ed eseguire degli interventi di manutenzione? Quali interessi si nascondo dietro tempi così lunghi, pause e attese inutili?

    Ma i vostri figli, le persone che più amate, e questa è la mia domanda rivolta a chi ha responsabilità decisionali in tutta questa storia, non percorrono questa autostrada? Non temete per la loro incolumità?

    Eppure basterebbe davvero così poco… solo maggiore serietà e senso del dovere.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI