Giardini Naxos. La Giunta Comunale ha approvato lo studio di fattibilità riguardante il Project Financing per la riqualificazione delle aree a parcheggio

Giardini Naxos. La Giunta Comunale ha approvato lo studio di fattibilità riguardante il Project Financing per la riqualificazione delle aree a parcheggio In evidenza

Dopo un laborioso iter tecnico-amministrativo iniziato il 02.08.2016 con l'inoltro della proposta all'UTC del Comune di Giardini Naxos seguito poi da modifiche, varianti, migliorie, correzioni e rinvii che hanno interessato le aree ed i preposti responsabili dei settori di competenza, la Giunta Municipale in data 19.04.2019 con Deliberazione n.48 ha approvato lo studio di fattibilità riconoscendo di interesse pubblico la proposta del "Project Financing", presentata dall'A.T.S.- capogruppo AC Mediterraneo con sede a Paternò.

La proposta prevede la riqualificazione dell'area a parcheggio ubicata nel rione S. Giovanni-Mastrociccio per complessivi 350 posti auto, quella dell'area a parcheggio di "Recanati" con una dotazione di 150 posti auto e quella delle aree del centro urbano per la gestione di 550 posti auto.

E' prevista inoltre l'installazione di impianti di videosorveglianza, il servizio navetta continuo e gratuito da e per le aree a parcheggio, la realizzazione di 5 postazioni "bike sharing" con dotazione di bici a pedalata assistita di ultima generazione, l'ammodernamento estetico del litorale, il riordino del verde pubblico, dell'arredo urbano e dell'illuminotecnica, l'installazione di info-point e parcometri di nuova generazione, il rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale, il servizio di rimozione forzata dei veicoli, l'attività di manutenzione ordinaria e straordinaria per il periodo della gestione.

L'importo totale stimato del progetto prevede un investimento pari a euro 5.817.455, come da piano economico finanziario asseverato ed allegato. Sarebbe un percorso obbligato secondo l'Assessore alla Viabilità Carmelo Giardina il ricorso al "Project Financing" per la riorganizzazione estetico funzionale delle aree di sosta, dei percorsi, dell'arredo urbano e per la concessione per la gestione delle aree a parcheggio dell'intero centro urbano. In parole povere è la soluzione obbligata per risolvere l'annoso problema dei parcheggi, cambiare immagine al paese e proiettarlo nel mondo delle Smart City.

A tal proposito il vicesindaco Carmelo Giardina spiega: "Nessun dubbio, il progetto redatto in aderenza a quanto previsto dalle strategie di pianificazione delle "Smart city" che, non è una definizione aleatoria o una parolaccia come purtroppo immagina qualcuno ma, indica invece quelle città intelligenti, ossia quell' insieme di strategie di pianificazione urbanistica tese all'ottimizzazione e all'innovazione dei servizi pubblici cosi da mettere in relazione le infrastrutture materiali delle città con il capitale umano, intellettuale e sociale di chi le abita, che guardano avanti per migliorare la qualità della vita e aumentare la sicurezza dei suoi abitanti e che L'Amministrazione Lo Turco ha iniziato da alcuni anni con l'adesione, approvata dal Consiglio Comunale, al Patto dei Sindaci prima (2013) ed al Patto dei Sindaci per il Clima e L'Energia dopo (2018).

La finanza di progetto in esame, oltre a dotare il nostro centro turistico di quei parcheggi intelligenti che rispondono alle richieste effettive della città, renderà il territorio più sicuro e vivibile, ridurrà notevolmente il traffico per le vie cittadine, diminuirà l'inquinamento da CO2 e produrrà nuovi posti di lavoro. La finanza di progetto, a cui sta ricorrendo l'Amministrazione, è espressamente riconosciuta quale forma di finanziamento dei contratti di partenariato pubblico privato (PPP)dall'art. 182 del D.Lgs 18 Aprile 2016 n.50 e rappresenta la soluzione per le Amministrazioni Pubbliche di poter realizzare opere significative con l'investimento finanziario dei privati. Da questo momento, quindi, al Consiglio Comunale, organo per eccellenza di espressione della volontà popolare, investito di competenze ma anche di responsabilità, è demandata l'approvazione del progetto; certo di un lodevole e proficuo impegno, il Consiglio Comunale saprà cogliere questa rilevante opportunità che con l'approvazione definitiva darà riscontro concreto all'adesione di questa Amministrazione, che guarda al futuro, al Patto dei Sindaci per il clima e l'energia secondo le direttive e strategie pianificate dalla Comunità Europea, realizzando contestualmente e preminentemente l'interesse generale del popolo Giardinese."

000
Letto 106 volte

Articoli correlati (da tag)

  • GIARDINI NAXOS. CONTRASTO ALLA PESCA DI FRODO

    Durante i consueti controlli sul territorio finalizzati a tutelare l'ambiente marino e il rispetto delle leggi sulla pesca i militari della Guardia Costiera di Giardini Naxos dopo una attività di osservazione durata alcuni giorni, hanno bloccato due persone che, con l’ausilio di un natante da diporto, esercitavano la pesca subacquea con bombole all’interno dell’Isolabella.

    I due, che alla vista dei militare tentavano di nascondere l’attrezzatura, sono stati bloccati a Letojanni con il pescato prima che questo venisse immesso sul mercato della ristorazione. La successiva ispezione consentiva di recuperare l’attrezzatura subacquea utilizzata che, con il pescato, veniva sottoposta a sequestro.
    L’Autorità marittima, in considerazione che la pesca subacquea non è consentita con l’utilizzando di autorespiratori provvedeva ad elevare un verbale amministrativo di 1000 euro, mentre iI prodotto ittico, dopo verifica da parte del ASP, è stato donato ad un istituto religioso del posto.

  • GIARDINI NAXOS. OPERAZIONE MARE SICURO. CONTROLLI A GESTORI STABILIMENTI BALNEARI

    Come ogni anno nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro”, predisposta dal Comando generale delle Capitanerie di porto volta a garantire la corretta fruizione del mare e uno svolgimento in sicurezza delle attività ludiche e ricreative ad esso collegate, il personale della Guardia Costiera di Giardini Naxos, sotto le direttive della Capitaneria di Porto di Messina, ha avviato una serie di controlli, assicurando la pronta disponibilità per le emergenze, supportano i presidi di sicurezza esistenti, verificando i dispositivi di pronto intervento e di salvaguardia della vita umana in mare. I controlli espletati sono stati finalizzati in particolar modo al rispetto delle norme contenute nell’Ordinanza di sicurezza balneare verificando, negli stabilimenti balneari la regolarità del servizio di salvataggio e monitorando le unità da diporto ed in particolare gli acquascooter. Particolare interesse è stata posta nei riguardi delle attività commerciali del diporto, attività che caratterizza in maniera significativa il tratto di litorale di Giardini e Taormina. Nel corso dell’attività sino adesso svolta, sono stati elevati 36 verbali amministrativi per un importo totale di circa 5300 euro. 37 sono state le unità da diporto ispezionate da cui sono emerse 28 irregolarità. Le sanzioni amministrative più frequenti riguardano la navigazione nello specchio acqueo riservato alla balneazione, il trasporto di persone oltre il consentito e varie irregolarità nell’esercizio dell’attività di locazione e noleggio. Nove sono stati gli acquascooter sanzionati. Durante l’attività sono stati elevati 2 verbali amministrativi per un importo totale di Euro 2064, ad altrettanti gestori di stabilimenti balneari a Giardini Naxos, per l’inosservanza delle prescrizioni di cui all’Ordinanza di Sicurezza Balneare in materia di disposizioni di cui al servizio di salvamento. I controlli effettuati hanno interessato altresì l’area del porto di Giardini Naxos dove sono state elevate numerose sanzioni alle autovetture in sosta senza autorizzazione.

  • Giardini Naxos. Controlli dei Carabinieri all’interno dei Cannabis light shop. Denunciato il titolare di una rivendita di tabacchi

    Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Stazione di Giardini Naxos, nel corso di servizi finalizzati al contrasto della vendita di sostanze stupefacenti,hanno denunciato un 49enne del luogo, ritenuto responsabile della violazione della normativa sulle sostanze stupefacenti e/o psicotrope.

    I militari, durante una verifica aduna tabaccheria di proprietà dell’uomo, all’interno dell’attività  hanno notato indicazioni pubblicitarie circa la vendita di prodotti a base di marijuana ed hanno, pertanto, deciso di procedere al controllo delle varie confezioni rinvenendo:12 vasetti in vetro con tappo in sughero non sigillato, 31 vasetti in vetro sigillati  con tappo di metallo, 2 flaconi di olio in vetro con tappo conta gocce; 28 bustine da 1 grammo e 9 pacchetti in cartone rigido da 1 grammo, tutti contenenti sostanza vegetale del tipo “marijuana”.

    Tutti i prodotti sono stati sequestrati ed il titolare della tabaccheria è stato deferito in quanto ritenuto responsabile della violazione della normativa sulle sostanze stupefacenti e/o psicotrope.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI