LETOJANNI. TORNA CUORI SENZA FRONTIERE CON LA FRATRES LETOJANNI

LETOJANNI. TORNA CUORI SENZA FRONTIERE CON LA FRATRES LETOJANNI In evidenza

“Cuori senza frontiere”, l’evento principale dell’anno per il gruppo donatori di sangue Fratres Letojanni, raggiunge l’8° edizione. Sabato 20 luglio p.v, a partire dalle ore 16:00, sulla spiaggia di Piazza A. D’Arrigo a Letojanni, prenderanno il via i giochi in spiaggia organizzati dall’associazione, con il patrocinio del comune e del Centro Servizi per il Volontariato. Lo scopo principale è quello di informare e sensibilizzare alla donazione del sangue  e dei suoi emocomponenti. Parole d’ordine sono divertimento e informazione. Insieme ormai agli intramontabili giochi come il palo della cuccagna e il tempo delle mele, si affianca un altro ormai diventato emblematico per l’associazione: “Abbattiamo questo muro”, un muro di lattine da abbattere vestiti con il “goccino” Fratres. Quel muro che rappresenta proprio quello che i volontari tentano di fare tramite i loro eventi e rappresentanze: abbattere il muro della paura, della disinformazione e indifferenza, trasmettendo il messaggio che ognuno di noi può dare il suo piccolo contributo per la vita di qualcun altro. Un gesto piccolo per chi lo fa, grande per chi lo riceve.

“L’idea di questo gioco è nata dal disegno che mia sorella ha realizzato anni fa per l’Associazione” rivela il presidente Carmela Micalizzi “una goccina di sangue che esce da un muro di mattoni, distruggendolo. Quel muro rappresenta le nostre lotte quotidiane, gli ostacoli che ogni volontario della Fratres deve affrontare a favore della nostra causa per portare nuovi donatori, nuova linfa ai nostri fratelli bisognosi”.

Ma il gruppo Fratres è anche social: infatti tra i vari giochi, spicca “Hashtag” in cui l’obiettivo primario è quello di sponsorizzare l’evento e sensibilizzare tramite una foto creativa della squadra sui social, usando appositi hashtag per l’appunto, come #cuori19 e #votapernoi19.

Sarà dato spazio agli interventi delle associazioni locali con il solo scopo di far rete e di mettere in atto una collaborazione che permetta di farsi conoscere l’uno con l’altro.

Potranno partecipare squadre miste fino ad un massimo di 10 elementi con una quota rosa di almeno tre componenti. Le iscrizioni devono pervenire presso l’associazione entro e non oltre le 20:00 del 15 luglio.

000
Letto 136 volte

Articoli correlati (da tag)

  • LETOJANNI. “Io non rischio”: campagna nazionale per le buone pratiche di protezione civile

    Il volontariato di protezione civile, le Istituzioni e il mondo della ricerca scientifica si impegnano insieme per comunicare sui rischi naturali che interessano il nostro Paese. Il 12 e 13 ottobre volontari e volontarie di protezione civile allestiranno punti informativi “Io non rischio” nelle principali piazze italiane, per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto. 

    Sabato 12 e domenica 13 ottobre, in contemporanea con le altre città in tutta Italia, anche Letojanni partecipa alla campagna “Io non rischio”. Per scoprire cosa ciascuno di noi può fare per ridurre il rischio Terremoto e Maremoto, l’appuntamento è in Piazza C. Cagli.

    Quest’anno la campagna promossa e realizzata dal Dipartimento della Protezione CivileAnpasIngvReLuis e Fondazione Cima si terrà il 12 e 13 ottobre in occasione dell’apertura della Settimana della Protezione civile: 7 giorni di eventi ed iniziative a livello nazionale e locale in cui i cittadini italiani potranno entrare a contatto con le donne e gli uomini del Servizio nazionale della protezione civile.

    Ormai giunta alla sua nona edizione, “Io non rischio” vedrà la presenza di gazebo informativi in più di 850 piazze in tutta Italia con i volontari delle associazioni nazionali e locali di protezione civile che racconteranno nel dettaglio i rischi terremoto, alluvione, maremoto.

    “Io non rischio” non è solo lo slogan della campagna ma è un proposito, è la pacifica battaglia che ciascuno di noi è chiamato a condurre per la diffusione di una consapevolezza che può contribuire a farci stare più sicuri. Sul sito ufficiale della campagna, www.iononrischio.it, è possibile consultare i materiali informativi su cosa sapere e cosa fare prima, durante e dopo un terremoto, un maremoto o un’alluvione.

  • LETOJANNI. DONATI TRE NUOVI DEFIBRILLATORI AL COMUNE DALLA MISERICORDIA

    Si è svolta sabato 31 agosto nell’aula consiliare di Letojanni, in coincidenza della Giornata Internazionale della Solidarietà, la cerimonia di consegna da parte della Misericordia dei nuovi defibrillatori semiautomatici che andranno a sostituire quelli precedenti ormai obsoleti e che saranno posizionati strategicamente nel territorio: nell’atrio del Comune, nel campo di calcio e nella palestra comunale.

    Alla presenza del Vice Sindaco Antonio Riccobene, dell’Assessore all’Istruzione Teresa Rammi, dei dirigenti delle società sportive di pallavolo e calcio locali, di numerosi volontari è stata ufficializzata la consegna degli apparecchi con la firma di un protocollo d’intesa e nelle prossime settimane la Misericordia attraverso il suo Centro di Formazione IRC formerà all’utilizzo dell’apparecchio i rappresentanti delle società sportive.

    Questo progetto ha origine nel 2013 con il supporto del compianto Dr Filippo Bellinghieri ex primario della rianimazione ma grande amico della gente e cultore della solidarietà.

    “Ci pregiamo, afferma la Misericordia, di aver da subito sviluppato una campagna di sensibilizzazione della morte improvvisa e proseguiamo nel territorio con la diffusione della prevenzione a tutto tondo. Questo apparire sui social e sui giornali è un atto dovuto verso le tante persone vicine alla nostra associazione e che da anni ci supportano nelle nostre iniziative. Le Vostre donazioni sono trasformate in servizi.  La nostra Misericordia ringrazia la Emmeemergency gruppo Emmerent per la disponibilità e le facilitazioni accordataci per l’acquisto dei defibrillatori.”

  • LETOJANNI. LISA CONQUISTA TUTTI

    E’ stato un vero e proprio successo l’evento di presentazione di LISA, la robot umanoide ospite per due giorni all’interno del modulo itinerante BiosPHera 3.0, installato sul lungomare all’altezza di piazza Corrado Cagli a Letojanni. L’automa lowcost, ideata e progettata, da due giovani talenti del comprensorio Andrea Puglisi, di Letojanni e da Francesco Moschella, di Sant’Alessio Siculo, entrambi diciannovenni, freschi di diploma, hanno mostrato al pubblico la loro creazione nata dopo oltre un anno di ricerca e studio grazie ai quali Lisa riesce a parlare, muovere gli arti superiori e la testa ed èin grado di muoversi a passo di musica; inoltre, nella nuova versione LISA è stata munita di una pinza che gli permette di prendere oggetti. “L’obiettivo del progetto – hanno spiegato i due ragazzi - è quello di costruire un robot a basso costo che possa competere con altri automi delle grandi multinazionali che hanno costi superiori alle migliaia di euro”. Lisa project è in fase di sviluppo perché la continua evoluzione delle tecnologie relative alla progettazione di LISA porta i suoi costruttori a continui aggiornamenti sui materiali da utilizzare per la sua costruzione e sperano che in un tempo assai breve riesca a muovere anche il resto del corpo robotico e che arrivi ad interagire con gli esseri umani, di camminare ed essere un valido assistente in casa o in un ufficio. La presenza di Lisa all’interno del modulo sperimentale ha destato curiosità ed interesse da parte dei visitatori, più di trecento nelle due serate, che non hanno mancato di plaudire all’iniziativa apprezzando l’impegno e l’ingegno dei due giovani. Andrea Puglisi e Francesco Moschella, intendono proseguire sulla strada dell’esperienza della robotica. Nel 2018 hanno vinto i campionati nazionali di robotica staccando il biglietto di accesso a rappresentare l’Italia ai Mondiali svoltisi a Montreal. “Ci riteniamo davvero soddisfatti di come sia andato questo evento – dicono in coro Andrea e Francesco – e della corposa affluenza di visitatori sperando di aver lasciato in loro un segnale importante”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI