TAORMINA. CITTÀ NEL DEGRADO.  ALLARME DEGLI IMPRENDITORI

TAORMINA. CITTÀ NEL DEGRADO. ALLARME DEGLI IMPRENDITORI In evidenza

L’ Associazione Imprenditori per Taormina attraverso una nota ha espresso la “propria preoccupazione e la propria angoscia per la situazione di estremo degrado in cui versa la Città. E, cosa ancora più grave e frustrante, è che manca la percezione di qualsivoglia iniziativa dell’Amministrazione che possa fermare l’ineluttabile declino a cui ci stiamo avviando, tutto sembra abbandonato a se stesso.”

Gli imprenditori taorminesi hanno messo nero su bianco le  criticità che ritengano vadano urgentemente attenzionate.

Innanzitutto la raccolta differenziata dei rifiuti, giudicata   un fallimento, sia nell’organizzazione carente ed approssimativa del servizio sia nell’incapacità di predisporre i necessari controlli e sanzionare gli incivili che sistematicamente non rispettano le regole.   

“Il Corso Umberto, si legge nella nota, che dovrebbe essere il salotto della Città, risulta invivibile per buona parte della mattinata ed a tarda serata per la costante presenza di rifiuti maleodoranti, che vengono depositati sul corso anche dalle zone limitrofe, oltre a mezzi di ogni tipo che prendono d’assalto la via principale della Città, che andrebbe tutelata diversamente. Ed è semplicemente vergognoso che il carico e scarico merci venga eseguito a qualunque ora del giorno con la facoltà, implicitamente riconosciuta, di parcheggiare i mezzi dovunque.  Questi comportamenti incidono sulla viabilità, se così si può definire la giungla di macchine e pullman che senza alcuna regola devastano la Città ogni giorno, rendendoci spettatori impotenti di fronte ad una situazione di assoluto abbandono ed in balia degli eventi. In questa materia prima ZTL poi piano viabilità, solo proclami di concreto, il nulla. Il numero dei Vigili Urbani è talmente esiguo (anche per l’incapacità delle amministrazioni succedutesi nel tempo), che non consente neanche lontanamente l’organizzazione di servizi a tutela del territorio, da diversi anni infatti si è, di fatto abdicato a qualunque azione di controllo con le intuibili ripercussioni sul generale decoro della Città. Non si riesce neanche minimamente ad evitare la presenza di ambulanti illegali, che ogni giorno “incrementano” le proprie attività sul Corso Umberto. E altrettanto inspiegabile, che ormai da tantissimi anni si aspetta il nuovo regolamento sulla concessione dei suoli pubblici, nell’attesa si dovrebbe rispettare quello in vigore,  non è cosi, in atto vige, senza mezzi termini, una situazione di diffusa illegalità, sia in termini di spazio concesso rispetto a quello realmente attribuibile per legge, sia in riferimento alla prassi illegale di auto attribuzione di spazio maggiore di quello concesso da parte di alcune attività consapevoli che  esistono  rari controlli e poche sanzioni. Tale situazione crea una concorrenza sleale ai danni di chi rispetta le regole e contribuisce, insieme ad una serie indiscriminata di concessioni ed autorizzazioni in totale assenza di un indispensabile piano commerciale di cui Taormina dovrebbe dotarsi, a distruggere il tessuto imprenditoriale e l’immagine della Città. Tra le priorità va certamente considerato l’affidamento della gestione del Palazzo dei Congressi mediante gara pubblica, (che costituirebbe un indiscusso volano per l’economia della Città, specie nell’ottica della destagionalizzazione), da anni sollecitiamo l’Amministrazione a predisporre gli atti di gara per dare vita ad una strategica risorsa fino ad oggi svilita ed inutilizzata.  Un’altra questione degna di nota, e che strettamente si collega alle precedenti, riguarda la cosiddetta messa a reddito degli immobili Comunali, con espletamento di gara d’appalto per la locazione  di alcuni immobili (in questo caso in tempi brevissimi) a prezzi che, invece di fare da calmiere come sarebbe stato dettato dal buon senso e dal reale andamento del mercato  in un momento di grande difficoltà economica, ha di fatto alimentato logiche speculative che mettono ancor di più in ginocchio le attività imprenditoriali. 

 

La verità è che siamo eredi indegni di un tesoro artistico e naturale. La Città nei decenni è stata brutalizzata da costruzioni indiscriminate grazie ad odiose logiche clientelari che hanno di fatto, deturpato irrimediabilmente il territorio. La situazione a Taormina è così drammatica che la gente sembra quasi rassegnata.  Qualcuno ha detto che Taormina “è bella, maledettamente bella, che neanche la mano dell’uomo potrà mai distruggerla”. Si sbagliava, oggi, vi regna solo confusione ed anarchia, tutto sta crollando. Nessuno si aspetta miracoli ma il coraggio di scelte forti che possano invertire la rotta si, rientra nei doveri di chi si è assunto la responsabilità di governare la Città.

 Noi che da questa Città abbiamo avuto tanto, concludono gli imprenditori non possiamo, ne vogliamo rassegnarci all’idea di tale inesorabile declino, anzi se ce ne saranno le condizioni valuteremo l’opportunità di chiedere i danni, che la mancata tutela del territorio ha determinato per la città nel suo insieme, siano essi operatori economici o semplici cittadini.”

000
Letto 1748 volte

Articoli correlati (da tag)

  • TAORMINA. AMMINISTRAZIONE E SINDACATI A CONFRONTO. APERTURA A NUOVE ASSUNZIONI

    Ieri si è svolto un incontro dell’Amministrazione con le organizzazioni sindacali del personale dipendente per un primo confronto interlocutorio sul Programma Triennale del Fabbisogno di Personale per il triennio 2020-2022.

    Il dott. Antonino Bartolotta, nella qualità di responsabile dell’area amministrativa oltre che di segretario generale del comune, ha illustrato una bozza che prevede una ampia manovra per rispondere alle esigenze della macchina comunale. Da parte di tutti i sindacati è stato espresso un chiaro apprezzamento per l’iniziativa, soprattutto perché essa interviene dopo dieci anni dall’ultima manovra riguardante il personale. Dal 2010 a oggi sono andati in pensione ben 55 unità di personale, senza alcuna nuova assunzione. Il blocco, dovuto alle note difficoltà finanziarie del Comune di Taormina, va adesso superato e ieri è stato fatto un primo passo.

    Ad oggi la capacità assunzionale ammonta a oltre 800 mila euro e nel prossimo biennio arriverà, a normativa invariata, fino a quasi un milione e 400 mila euro. Questo “tesoretto” nel Programma esposto viene così destinato nel biennio 2020-2021: 25 stabilizzazioni dei lavoratori socialmente utili già in servizio presso l’ente e per i quali il Comune inoltrerà apposita istanza per l’ottenimento del contributo regionale e statale previsto dalla normativa vigente; 14 concorsi esterni, di cui 11 per Istruttori di vigilanza, due funzionari direttivi per l’area economica e finanziaria e uno per l’area amministrativa; inoltre, viene destinata una considerevole quota di capacità assunzionale per progressioni verticali degli attuali dipendenti a tempo indeterminato.

    La manovra dovrà superare diversi passaggi prima di diventare operativa, dal parere del Collegio dei revisori contabili all’approvazione in Giunta, dal parere del COSFEL (Commissione per la stabilità finanziaria degli enti locali) all’approvazione dei propedeutici documenti finanziari.

  • Lions Club a Taormina un successo oltre ogni misura, firmati due importanti protocolli

    Un successo oltre ogni misura per i Lions del Distretto 108Yb Sicilia, la due giorni di Taormina dello scorso week end dove sono stati celebrati il Gabinetto e la Conferenza d’Inverno. Molto soddisfatto il Governatore del Distretto, dottor Angelo Collura, che ha progettato insieme al suo staff l’importante evento. Un successo oltre ogni misura per presenza di dirigenti e soci dell’importante club internazionale, per la sottoscrizione di un protocollo d’intesa con la Regione Sicilia, firmato dal Governatore Collura e dall’Assessore Regionale al formazione e alla pubblica istrizuine, on. Roberto Lagalla, su scuola e disabilità e di un accordo di collaborazione con i maggiori club service presenti nella regione su terreni comuni di lavoro al servizio delle comunità sia a livello regionale che locale. Il Gabinetto Distrettuale ha approvato lo statuto e il regolamento della nuova Fondazione del Distretto Sicilia. Ad aprire e chiudere i lavori della Conferenza d’Inverno il sindaco di Taormina, il professor Mario Bolognari, che ha portato il saluto come primo cittadino ed ha concluso intervenendo come antropologo nella quarta sessione dedicata all’identità siciliana, con il sociologo Francesco Pira, Direttore della rivista Lions Sicilia. “Una conferenza storica – ha commentato con orgoglio il Governatore Angelo Collura- dove abbiamo messo insieme città metropolitane, tre università e tutto il mondo del volontariato”. Un anno sociale ricco di successi e anche i numeri parlano chiaro. Oltre 3500 i soci oggi in Sicilia, 85 nuovi dal luglio scorso. I lions siciliani hanno svolto attraverso un pool di professionisti, in una sorta di cittadella sanitaria,  gli screening gratuiti che è stata inaugurata dal Sindaco Bolognari e dal Governatore Collura. Poi la  prima sessione di lavori: una tavola rotonda sul tema “La cultura, precondizione per la crescita sociale e lo sviluppo del territorio siciliano”,  coordinata brillantemente dal  giornalista di Mediaset e  brillante scrittore, Gaetano Savatteri, e che ha visto la partecipazione del Sindaco di Palermo, on. Leoluca Orlando, in collegamento , del professor Paolo La Greca, consulente del sindaco di Catania Pogliese,  e dei Rettori delle Università di Catania, professor Francesco Priolo e di Messina professor Salvatore Cuzzocrea del Delegato del Rettore dell’Università di Palermo, professor Silvio Buscemi e dell’Assessore regionale all’Istruzione Roberto Lagalla, Il pomeriggio si è aperto con la consegna del Premio Ciancitto, che come ha spiegato l’architetto Carmelita Ciancitto, figlia dello scienziato Antonino, vuole dare un riconoscimento al merito e all'applicazione nella ricerca scientifica e si inserisce all'interno delle iniziative volte alla valorizzazione di questi studi possibilmente finalizzandole all'interessamento degli enti e/o istituzioni appositamente preposti per arrivare alla sperimentazione/applicazione degli stessi. A ritirare il Premio Ciancitto il dottor Carmelo Vindigni dell’Università Kore di Enna presentato dal suo docente professor Giuseppe Alaimo. Subito dopo la terza sessione dei lavori con una tavola rotonda sull’associazionismo condotta da Carlo Alberto Tregua, Direttore del Quotidiano di Sicilia e scrittore con la partecipazione di Valerio Cimino, Governatore Rotary Sicilia e Malta, Giuseppina Seidita , Past  Presidente Nazionale FIDAPA, Cristina La Grassa Fiorentino, Governatore Inner Wheel Sicilia e Calabria , Rina Florulli, Vice Presidente Nazionale SOROPTIMIST, Alberto Buttafaro, Governatore della Disione I del KIWANIS. “E’ la prima volta – ha detto il Governatore Lions Collura – che il mondo del volontariato firma un accordo per lavorare insieme sui territori. Non era mai successo e siamo felici di essere stati i promotori di questo momento importante”. Poi la chiusura, come scritto, con l’ momento di confronto la quarta sessione di lavoro su: “L’evoluzione antropologica della nostra società”, moderata da Enzo Stroscio, Ha chiuso i lavori il Governatore Collura. Nel corso della due giorni è stato distribuito anche l’ultimo numero della rivista cartacea e on line “Lions Sicilia”, un numero ricchissimo di contenuti di 68 pagine.

     

  • Taormina. Al via da oggi i lavori dei Lions siciliani che parteciperanno al Gabinetto e alla Conferenza d’Inverno

    Per due giorni Taormina sarà invasa dai Lions siciliani che parteciperanno al Gabinetto e alla Conferenza d’Inverno.

    L’evento organizzato dal Distretto 108YB Sicilia del Lions Club International, di cui è Governatore il dottor Angelo Collura. Un altro importantissimo momento di confronto nella Sicilia dove il club service è notevolmente cresciuto e dove quotidianamente nell’ultimo Anno Sociale vengono organizzati service, momenti di interazione con le comunità.

    Anche l’appuntamento del 7 e 8 febbraio 2020 parte per sovvertire la famosa frase di Andre Camilleri: “la sicilitudine è il lamento che il siciliano fa di se…Sicilitudine è una condizione segnata con l’evidenziatore”. Da qui è partito il Governatore Collura  che ha lavorato intensamente con il suo staff per costruire un programma di altissimo livello e che vedrà per due giorni una pacifica invasione di lions nella bellissima Taormina.

    “Il nostro obiettivo – ha dichiarato il Governatore Angelo Collura – dimostrare che la sicilianità, vista come un valore aggiunto, può essere l’arma vincente per sconfiggere la sicilitudine. I Lions del Distretto 108 Yb lo hanno capito e in questi mesi hanno lavorato sodo per far parlare i numeri: solidarietà, presenza nei territori, soci al servizio di chi ha bisogno, iniziative culturali prestigiose, momenti di scambio importanti a livello internazionale. Domani per noi è un’altra data importante: insieme alle università siciliane e le associazioni di volontariato vogliamo scrivere altre pagine importanti per far crescere la Sicilia. Lo sviluppo della nostra terra passa anche dalla formazione – ha detto ancora il Governatore Collura -  e dall’impegno sociale. Continuiamo ad essere e sentirci cittadini responsabili, prima che Lions, pronti a dare tutto noi stessi con passione ed entusiasmo”.

    I lavori si apriranno stamattina alle 9 e proseguiranno per tutta la giornata con la riunione del Gabinetto Distrettuale alla presenza di tutti gli officer distrettuali. Sarà presente anche il Direttore Internazionale dottoressa Elena Appiani.

    Sabato mattina in piazza Municipio l’inaugurazione della cittadella sanitaria per gli screening gratuiti e poi presso l’hotel Diodoro la tavola rotonda sul tema “La cultura, precondizione per la crescita sociale e lo sviluppo del territorio siciliano”, aperta dai saluti del sindaco di Taormina Mario Bolognari e delle autorità e Delegazioni estere Lions,  condotta dal noto giornalista e scrittore, Gaeta Savatteri, e che vedrà la partecipazione dei Sindaci di Palermo, Catania e Messina, Leoluca Orlando, Salvatore Pogliese e Cateno De Luca e dei Rettori delle Università delle tre città Fabrizio Micari, Francesco Priolo e Salvatore Cuzzocrea dell’Assessore regionale ll’Istruzione Roberto Lagalla,. Nel pomeriggio la tavola rotonda sull’associazionismo condotta da Carlo Alberto Tregua, giornalista e scrittore con la partecipazione di Valerio Cimino, Governatore Rotary Sicilia e Malta, Maria Concetta Oliveri, Presidente Nazionale FIDAPA, Cristina La Grassa Fiorentino, Governatore Inner Wheel Sicilia e Calabria e Rina Florulli, Vice Presidente Nazionale SOROPTIMIST. Ultimo momento di confronto la quarta sessione di lavoro su: “L’evoluzione antropologica della nostra società”, moderata da Enzo Stroscio, Delegato alla comunicazione televisiva, con Mario Bolognari, antropologo e Francesco Pira, sociologo entrambi dell’Università di Messina. Chiuderà i lavori il Governatore Collura.

    Nel corso dell’evento sarà distribuito anche l’ultimo numero della rivista cartacea e on line “Lions Sicilia”, un numero ricchissimo di contenuti di 68 pagine.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI