TAORMINA. PAURA AL PRONTO SOCCORSO PER UN SOSPETTO CASO DI COVID 19

TAORMINA. PAURA AL PRONTO SOCCORSO PER UN SOSPETTO CASO DI COVID 19 In evidenza

Nel tardo pomeriggio di  ieri si è resa necessaria la chiusura temporanea del pronto Soccorso dell’ospedale San Vicenzo di Taormina.

L’interdizione temporanea dei locali è stata necessaria per procedere alla sanificazione dopo che una donna era risultata positiva al Covid 19.

La donna proveniente da Linguaglossa si era recata al Pronto Soccorso dell’ospedale taorminese per un malore, sottoposta al test rapido, questo aveva dato esito positivo.

Da qui la necessità di chiudere i locali e procedere la sanificazione ed igienizzazione di tutta l’area del pronto intervento. 

 La donna è stata successivamente sottoposta al tampone e si attende esito. Il Pronto Soccorso è operativo.

“ Sono state ore difficili.” Commenta così il primario del Pronto soccorso dell’ospedale san Vincenzo di Taormina Mauro Passalacqua che spiega “ abbiamo avuto un test positivo, ne è conseguita la chiusura e santificazione degli ambienti. Solo a mezzanotte il test di controllo ha dato esito negativo. lo spavento è stato legato anche la rischio nel caso fosse risultato positivo anche il tampone  di dover chiudere mezzo Ospedale per i percorsi fatti dalla paziente.”

 

 

AGGIORNAMENTO 8,30

 

Ha dato esito negativo il tampone eseguito  sulla donna che nel pomeriggio di ieri si era recata al Pronto Soccorso di Taormina. Al momento la donna è ricoverata al Policlinico di Messina per una lesione vascolare. La donna non presentava sintomi da Covid 19 ed il test rapido era stato eseguito da protocollo.

 

 

000
Letto 8456 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Castelmola. Appello del sindaco Orlando Russo: rispettiamo le regole

    Aumentano i casi di Covid 19 tra Taormina e Giardini Naxos. Il sindaco di Giardini Naxos Giorgio Stracuzzi sta valutando  di chiedere l’istituzione della zona rossa. Si attende la risposta dall'Asp per inoltrare la richiesta formale alla Regione. Intanto con ordinanza sindacale sono state chiuse tutte le scuole dal 7 al 12 aprile. Anche a Taormina il sindaco Mario Bolognari ha firmato un’ordinanza chiudendo tutte le scuole sul territorio comunale, pubbliche e private, sospendendo l'attività didattica in presenza fino a venerdì 9 aprile. Il sindaco del comune di Castelmola, Orlando Russo,  che in questo momento conta solo tre casi positivi esprime grande preoccupazione ed invita la cittadinanza a rispettare le regole per contenere il contagio.

  • TAORMINA.LA CARDIOCHIRURGIA PEDIATRICA DEVE RIMANERE A TAORMINA. APPELLO DEL DEPUTATO LO GIUDICE
    Scongiurare il trasferimento del Centro cardiologico pediatrico del Mediterraneo dall’Ospedale San Vincenzo di Taormina, ma anzi prevederne il potenziamento con la sua piena integrazione nella Rete ospedaliera regionale.
    Questa la richiesta avanzata da Danilo Lo Giudice con una mozione presentata all’Assemblea Regionale Siciliana, che si accompagna da analoga richiesta avanzata insieme all’Amministrazione comunale con i rappresentanti di Sicilia Vera a Taormina, l’Assessore Andrea Carpita e i Consiglieri Giuseppe Sterrantino e Salvatore Abbate
    Nel documento depositato all’ARS, Lo Giudice ricostruisce la storia dell’importante presidio di eccellenza pediatrica “che riveste un ruolo di fondamentale rilevanza, con elevati standard sia diagnostici e terapeutici sia assistenziali a servizio dell’utenza siciliana e calabrese”, ricordando che la collaborazione con l’ospedale Bambin Gesù di Roma risale al maggio del 2010.
    "Il Centro, scrive Lo Giudice, è stato fin dall’inizio pensato per essere un “centro di III livello, allo scopo di sviluppare l’attività di alta specializzazione cardiologica per la popolazione pediatrica della Regione Siciliana, di altre regioni e di quella dei paesi del bacino del Mediterraneo, sperimentando nuove modalità di ricovero e di cura, formando il personale regionale ed evitando, di conseguenza, il ricorso alla migrazione sanitaria, con grande disagio per i pazienti e le loro famiglie e con un significativo dispendio di risorse economiche a carico della Regione.”
    Il deputato di Sicilia Vera ricorda anche che nel tempo sono stati spesi oltre 6 milioni e mezzo di euro per realizzare i reparti di eccellenza di Cardiochirurgia pediatrica, Cardiologia Pediatrica, Terapia Intensiva post-operatoria, “motivo in più per valorizzare la struttura, anche in considerazione del prevedibile afflusso di maggiore utenza, tenuto conto dell’alta specializzazione e della professionalità della struttura.”
  • Letojanni. Arrestato dai Carabinieri a seguito di una condanna a 6 anni e 10 mesi di reclusione

    I Carabinieri della Compagnia di Taormina hanno arrestato S. D., 43enne già noto alle forze dell’ordine, originario di Letojanni, in esecuzione di un ordine di carcerazione per cumulo di pene concorrenti.

    I Carabinieri della Stazione di Letojanni hanno dato esecuzione al provvedimento definitivo emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Messina- Ufficio Esecuzioni Penali nei confronti dell’uomo che era già ristretto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione. Lo stesso dovrà scontare una pena residua di anni 6 e mesi 10, per il cumulo delle condanne riportate per diversi reati commessi a partire dal 2017 in poi. In particolare S. D. è stato condannato per i reati di lesioni stradali gravi o gravissime ed evasione, nonché alla pena accessoria della revoca della patente di guida. Lo stesso, infatti, già sottoposto agli arresti domiciliari, nell’ottobre 2020 era stato arrestato in flagranza per il reato di evasione e condannato ad 1 anno e 6 mesi di reclusione.

    Il 43enne è stato ristretto presso la casa circondariale di Giarre dove, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sconterà la pena.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI