Viabilità nel comprensorio jonico messinese. Interventi sulle strade provinciali 17 di San Francesco di Paola, 18 di Scorsonello e 18/bis di Botte

Viabilità nel comprensorio jonico messinese. Interventi sulle strade provinciali 17 di San Francesco di Paola, 18 di Scorsonello e 18/bis di Botte In evidenza

La Città Metropolitana di Messina, nell'ambito del Masterplan per il Mezzogiorno – Patto per lo sviluppo dell’area vasta della Città di Messina ha dato il via ai lavori di manutenzione straordinaria, messa in sicurezza e sistemazione del piano viabile delle strade provinciali n. 17 di San Francesco di Paola, n. 18 di Scorsonello e n. 18/bis di Botte.
L’importo complessivo previsti in progetto è di 800.000,00 euro di cui 618.314,69 euro per lavori soggetti a ribasso d’asta, 10.446,81 euro per oneri di attuazione dei piani di sicurezza non soggetti a ribasso e 171.218,50 euro per somme a disposizione dell’Amministrazione mentre l’importo complessivo dei lavori,  al netto del ribasso d’asta del 41,9089%, è di 369.652,61 euro.
Il progetto, inserito nel vigente Piano Triennale della Città Metropolitana di Messina, prevede la realizzazione di tutte le opere atte a migliorare la viabilità esistente, a favorire la mobilità attraverso la suddetta viabilità provinciale che costituisce il nodo di interscambio con la restante parte del territorio.
Gli interventi risultano di particolare importanza per i Comuni di S. Teresa di Riva e Savoca e per quelli limitrofi in quanto le zone interessate all'ammodernamento della sede viaria insistono sia sulle arterie che mettono in comunicazione le frazioni con i Comuni vicini, sia sulla restante rete stradale, con la possibilità di raggiungere agevolmente la strada statale 114 ed, attraverso essa, i restanti territori della Città Metropolitana.
I lavori mirano ad eliminare i pericoli per la transitabilità derivanti principalmente dall’irregolarità della pavimentazione stradale, che si presenta in alcuni tratti deformata, dall'assenza o inadeguatezza di protezione laterale e di segnaletica stradale, dalle frane dei pendii a monte delle strade provinciali.
Nell’esecuzione delle attività di manutenzione e messa in sicurezza si provvederà, in via prioritaria, al disgaggio di elementi pericolanti ed all’eliminazione di frane, che potrebbero occupare parte della carreggiata, ed alla demolizione delle strutture pericolanti, per procedere, successivamente, alla realizzazione dei parapetti di delimitazione della sede stradale. Inoltre sarà realizzato il rifacimento di alcuni tratti di pavimentazione stradale, l’accrescimento della visibilità nei tratti in curva, la realizzazione di parapetti di delimitazione delle scarpate, la collocazione della segnaletica verticale di pericolo, di limitazione di velocità e della relativa segnaletica orizzontale, la realizzazione di muri in pietrame o cemento, la pulitura di cunette, tombini, pozzetti e caditoie perla raccolta delle acque meteoriche, la realizzazione di gabbionate per il contenimento dei versanti instabili a stretto contatto con le zone di immediata giacitura dell’arteria stradale.
Il Responsabile Unico del Procedimento è l'ing. Anna Chiofalo, i progettisti sono l'ing. Giovanni Lentini (Direttore dei lavori) ed i geometri Giovanni Pinto (Direttore operativo), Francesco Cristaudo (Ispettore di cantiere) e Domenico Stornanti.

000
Letto 164 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Masterplan, un milione novecentomila euro per interventi su quattro strade provinciali del comprensorio jonico

    Un milione novecentomila euro, stanziati nell'ambito del Masterplan – Patto per lo sviluppo della Città Metropolitana di Messina, sono stati destinati a quattro strade provinciali del comprensorio jonico.

    A comunicare l'importante finanziamento è stato il Sindaco metropolitano Cateno De Luca ed il responsabile della 3^ Direzione “Viabilità Metropolitana” Francesco Roccaforte.

    Le gare d'appalto che sono state definite riguardano i seguenti lavori:

    - Lavori di  manutenzione straordinaria, messa in sicurezza e sistemazione del piano viabile della strada provinciale n. 1 di Mojo Alcantara, della strada provinciale di Roccella Valdemone e della strada provinciale n. 6 di Motta Camastra per un importo complessivo di 700.000 euro;

    - Lavori di  manutenzione straordinaria, messa in sicurezza e sistemazione del piano viabile della strada provinciale n 12 di Roccafiorita per un importo totale di 1.200.000 euro.

    A conclusione delle necessarie verifiche sulle imprese aggiudicatrici si procederà con le determine di aggiudicazione e con la consegna dei lavori, anche sotto riserva di legge.

    Gli interventi finanziati hanno una notevole rilevanza perchè l'obiettivo della Città metropolitana di Messina è quello di evitare disagi alle popolazioni che fanno esclusivo affidamento sulla capacità di collegamento delle quattro arterie stradali e la cui messa in sicurezza rappresenta una necessità vitale per le comunità interessate.

  • VIABILITA'. RALLENTAMENTI IN TANGENZIALE OVEST DI CATANIA PER GUASTO A UN MEZZO DURANTE I LAVORI NOTTURNI DI PAVIMENTAZIONE

    Questa mattina, sulla Tangenziale Ovest di Catania, si sono verificati rallentamenti con code, a causa del protrarsi dei lavori notturni di pavimentazione, nel tratto compreso tra il km 11,400 e il km 12,600, tra gli svincoli di Misterbianco e San Giorgio.

    Un problema tecnico occorso alla macchina finitrice ha infatti comportato una momentanea interruzione dei lavori, il cui termine era previsto alle ore 6:00.

    Il nuovo conglomerato bituminoso, di tipo drenante, prevede peraltro un breve periodo di maturazione, prima che i veicoli possano transitarvi. La normale circolazione verrà ripristinata entro le ore 10 di questa mattina.

     Anas, società del Gruppo FS Italiane, raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web www.stradeanas.it oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione “VAI” di Anas, disponibile gratuitamente in “Appstore” e in “Play store”. Inoltre si ricorda che il servizio clienti "Pronto Anas" è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito, 800 841 148.

     

  • Taormina. Installati i dissuasori anti terrorismo

    Arrivano oggi, a distanza di un anno dalla delibera di giunta n. 45 del 2 febbraio 2018, i dissuasori antiterrorismo.

    Si tratta di due monoliti del peso di 1200 kg collocati all’ingresso di porta Catania e porta Messina, le due vie d’accesso principali al Corso Umberto.

    La giunta Giardina a suo tempo aveva optato per l’installazione di dissuasori a scomparsa, idea abbandonata dall’attuale amministrazione che ha invece preferito i due grossi blocchi.

    Per i due ingressi laterali invece, Via Timeo e Via Damiano Rosso  ci saranno due sbarre.  E’ da queste due arterie viarie che dovranno accedere i mezzi  per le attività di carico e scarico e quelli  di soccorso.

    Già dal gennaio 2017 il Commissariato di Polizia di Stato di Taormina sollecitava  l’installazione dei dissuasori così come deciso nella riunione di Pubblica Sicurezza svoltasi nel luglio 2017.

    Meglio tardi che mai è il caso di dire. Non tarderanno invece ad arrivare, ne siamo certi, le polemiche. Non tutti infatti condividono la scelta di installare dei dissuasori stabili. I dubbi riguardano sia la tempistica e la logistica legata all'eventuale intervento di mezzi di soccorso sia le difficoltà per le operazioni di carico e scarico merci.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI