Stampa questa pagina
Nella foto uno studente Nella foto uno studente

SANTA TERESA DI RIVA. Lo Chef Paolo Romeo cucinerà per i meno fortunati insieme ai suoi alunni del CIRS Onlus di Santa Teresa di Riva In evidenza

Lo chef messinese Paolo Romeo sarà protagonista, insieme agli allievi del CIRS Onlus di Santa Teresa di Riva, dell’iniziativa benefica denominata "Natale al CIRS: tra cucina e solidarietà". 

L’iniziativa promossa dal CIRS Onlus, istituto di formazione che da anni eroga corsi di istruzione e formazione professionale, si svolgerà tra oggi e domani presso le sedi di Messina, Palermo e Mistretta, oltre che di Santa Teresa di Riva. Gli allievi dei corsi di ristorazione prepareranno e confezioneranno gradevoli packaging contenenti prelibati pasti della tradizione natalizia, contribuendo a dare un segno tangibile di vicinanza agli invisibili della società: i senza fissa dimora e le fasce più deboli della popolazione.

Domani, 22 dicembre, a Santa Teresa di Riva, gli allievi guidati da Romeo, chef vincitore della XX edizione del campionato italiano del Cous Cous Fest di San Vito Lo Capo, in collaborazione con il Lions club Quasimodo Roccalumera, doneranno dei pasti in favore degli ospiti dell'Istituto Enrico Trimarchi delle suore Serve dei Poveri in collaborazione con Don Agostino Cappellano e Suor Anna Milano Superiora. “Un gesto d’amore spontaneo ma necessario, – afferma lo chef Paolo Romeo – che vedrà protagonisti i miei allievi della 1a A che, armati di grembiuli e mascherine, daranno una mano ai meno fortunati facendo quello che sanno fare meglio: cucinare”. 

Lo chef Gaetano Borgosano, docente di ristorazione della sede di Messina, guiderà gli allievi nella preparazione di pietanze della tradizione che verranno donate alla Mensa dei poveri di Sant'Antonio guidata da Padre Adriano, la responsabile Elena Donato e dal direttore del Santuario Padre Mario Magro.

I ragazzi della sede palermitana, coordinati dai docenti di cucina, gli chef Pietro Pepe e Gioacchino Maltese, insieme ai volontari dell'associazione "Cuore Che vede" prepareranno e distribuiranno le pietanze ai

senza fissa dimora, mentre gli allievi dei percorsi del benessere doneranno prodotti per la cura del corpo.

A Mistretta, con l'ausilio dei servizi sociali e dell'associazione di volontariato San Vincenzo De Paoli, i ragazzi della II A guidati dallo chef docente Salvatore Imbordino, offriranno pasti in favore della "Casa della carità".

000
Letto 225 volte

Articoli correlati (da tag)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI