Il professor Francesco Pira nominato Esperto del Centro di ricerca ed educazione alla sicurezza dell’Università di Wroclaw

Il professor Francesco Pira nominato Esperto del Centro di ricerca ed educazione alla sicurezza dell’Università di Wroclaw In evidenza

Incarico internazionale per il sociologo Francesco Pira, professore associato di sociologia dei processi culturale e comunicativi dell’Università di Messina. Nei giorni scorsi è stato nominato nel pool di esperti del Reserch and Education Center of Security dell'Università di Wroclaw in Polonia. A comunicare la notizia al docente universitario siciliano la Direttrice, professoressa Barbara  Wiśniewska-Paź .

Si tratta di un Centro Internazionale di ricerca e didattica sulla educazione alla sicurezza e sulla tutela dei diritti fondamentali http://cseb.uni.wroc.pl fondato nel marzo dello scorso anno e che si occuperà a livello europeo di ricerca, didattica e dell’organizzazione di seminari e conferenze.
“Ringrazio la professoressa Barbara  Wiśniewska-Paź  Direttrice del Centro – ha commentato il professor Francesco Pira – per questa nomina in un gruppo di studiosi europei. Sono felice di poter dare il mio contributo alla luce anche del mio lavoro di ricerca sui temi affrontati da questa importante struttura dell’Università di Wroclaw”.
Il sociologo siciliano, che è all’Università di Messina è Delegato del Rettore alla Comunicazione, insegna comunicazione e giornalismo ed è il Coordinatore Didattico del Master in Social Media Manager del Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne, ha nelle ultime ore ricevuto la comunicazione di essere stato nominato nel Comitato Scientifico del CISCAM (CENTRO ITALIANO PER LO STUDIO DELLA CULTURA AFRICANA E MEDITERRANEA).
Si tratta di un’istituzione culturale che  promuove la conoscenza del continente africano e del bacino del Mediterraneo, nei suoi molteplici aspetti: di tipo culturale, filosofico, storico, religioso, linguistico, socio-antropologico ed economico.
“Anche di questa nomina – ha concluso il professor Pira- sono contento e sono certo che lavoreremo per promuovere iniziativa nell’ambito della didattica, della ricerca e della divulgazione scientifica. Ringrazio la Presidenza e tutti i Dirigenti per aver pensato alla mia persona”.
 

000
Letto 107 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Fake news, il professor Francesco Pira domani ospite de “Il Settimanale” TGR su RAI TRE

    Il sociologo Francesco Pira, professore di comunicazione giornalismo all’Università di Messina sarà ospite de IL SETTIMANALE il rotocalco nazionale della TGR RAI che si occupa d'attualità, inchieste e approfondimenti sui grandi temi sociali. Domani mattina alle 12 andrà in onda su RAI TRE l'intervista che ha rilasciato alla giornalista Monica Busetto, curatrice del programma, sul tema di stringente attualità: l’invasione delle Fake News. Parlerà anche del libro intitolato  "Fake News" che il sociologo firma con lo scrittore e giornalista Raimondo Moncada per i tipi di Medinova la casa editrice indipendente di Antonio Liotta.  Francesco Pira, che presiede l’Osservatorio Nazionale contro le Fake News voluto dal Presidente di Confassociazioni  Angelo Deiana, parlerà degli effetti dirompenti delle notizie false soprattutto in tema di economia, scienza e politica.

  • FRANCESCO PIRA ALLA GUIDA DEL NUOVO OSSERVATORIO NAZIONALE SULLE FAKE NEWS DI CONFASSOCIAZIONI

     “Guidato da Francesco PIRA, è nato l’Osservatorio Nazionale sulle Fake News di CONFASSOCIAZIONI per individuare soluzioni che aiutino la gestione trasparente della comunicazione sui media e in rete”. Lo ha dichiarato in una nota Angelo DEIANA, Presidente di CONFASSOCIAZIONI.

    “D’altra parte, la nostra Confederazione, la rete delle reti, che raggruppa al suo interno 1 milione e 180mila iscritti e 678 organizzazioni di professionisti e imprese non poteva non occuparsi di questo tema strategico. Per questo abbiamo messo insieme un team di professionisti di altissimo livello guidato da Francesco PIRA – ha continuato il Presidente DEIANA – che lavorerà per individuare soluzioni per il mondo della comunicazione e proposte efficaci per incidere realmente sulla diffusione di un fenomeno che non ha risparmiato nemmeno una tragedia come il Covid-19”.

    “La quantità di notizie e soprattutto la velocità crescente di diffusione generata dai social – ha dichiarato Francesco PIRA, che è anche Professore di Comunicazione e Giornalismo presso l’Università di Messina – rendono veramente complesso anche per i più esperti trovare i punti d’ombra delle fake news. E’ per questo che dobbiamo fare tutti insieme uno sforzo di analisi sull’autorevolezza delle fonti. Uno sforzo che deve vedere il concetto di rete come sistema di protezione ed educazione preventiva di coloro che sono più vulnerabili”.

    “Anche se il nostro team è ancora in progress con nuove grandi personalità in arrivo, insieme a me fanno già oggi parte dell’Osservatorio Nazionale sulle Fake News di CONFASSOCIAZIONIAndrea ALTINER, Vice Presidente Esecutivo, Carmelo CUTULI, Segretario Generale, Adriana APICELLA, Referente dell’Ufficio di Presidenza e, come componenti, importanti protagonisti: Angelo BARRACOGiuseppe CASCIOFrancesco KOSTNERDebora ROSCIANI, Sergio TALAMOFabio TRICOLIMarina VALERIOAlessandro VERCELLOTTI. Tutti i profili dell’Osservatorio sono sul nostro sito al link https://www.confassociazioni.eu/la-nostra-organizzazione/struttura-organizzativa/”.

    “D’accordo con l’Ufficio di Presidenza di CONFASSOCIAZIONI, l’Osservatorio – ha affermato il Prof. PIRA – vuole analizzare le fake news sotto molteplici punti di vista al fine di individuare non solo i fattori chiave dal punto di vista della comunicazione e dell’informazione, ma anche i percorsi, i modelli, le best practices per contrastarne la diffusione. Un metodo di lavoro fondato su un perimetro solido per elaborare delle proposte serie e condivise da portare ai poteri decisori e nelle sedi istituzionali opportune”.

    “D’altra parte, questo fenomeno non ha bisogno di analisi ma soprattutto di soluzioni – ha concluso Francesco PIRA, Presidente dell’Osservatorio Nazionale sulle Fake News – per cui è fondamentale individuare misure concrete in grado di contrastare il dilagare delle fake news che stanno intaccando ed inquinando il mondo della comunicazione rendendo a volte impossibile distinguere le informazioni corrette e veritiere dalle bufale. Questo rende il lavoro dei comunicatori molto più complesso. Noi dell’Osservatorio, insieme all’intera struttura di CONFASSOCIAZIONI, lavoreremo duro per provare a dare alla comunicazione e a tutti un futuro migliore in questo settore”.

  • Lions Club a Taormina un successo oltre ogni misura, firmati due importanti protocolli

    Un successo oltre ogni misura per i Lions del Distretto 108Yb Sicilia, la due giorni di Taormina dello scorso week end dove sono stati celebrati il Gabinetto e la Conferenza d’Inverno. Molto soddisfatto il Governatore del Distretto, dottor Angelo Collura, che ha progettato insieme al suo staff l’importante evento. Un successo oltre ogni misura per presenza di dirigenti e soci dell’importante club internazionale, per la sottoscrizione di un protocollo d’intesa con la Regione Sicilia, firmato dal Governatore Collura e dall’Assessore Regionale al formazione e alla pubblica istrizuine, on. Roberto Lagalla, su scuola e disabilità e di un accordo di collaborazione con i maggiori club service presenti nella regione su terreni comuni di lavoro al servizio delle comunità sia a livello regionale che locale. Il Gabinetto Distrettuale ha approvato lo statuto e il regolamento della nuova Fondazione del Distretto Sicilia. Ad aprire e chiudere i lavori della Conferenza d’Inverno il sindaco di Taormina, il professor Mario Bolognari, che ha portato il saluto come primo cittadino ed ha concluso intervenendo come antropologo nella quarta sessione dedicata all’identità siciliana, con il sociologo Francesco Pira, Direttore della rivista Lions Sicilia. “Una conferenza storica – ha commentato con orgoglio il Governatore Angelo Collura- dove abbiamo messo insieme città metropolitane, tre università e tutto il mondo del volontariato”. Un anno sociale ricco di successi e anche i numeri parlano chiaro. Oltre 3500 i soci oggi in Sicilia, 85 nuovi dal luglio scorso. I lions siciliani hanno svolto attraverso un pool di professionisti, in una sorta di cittadella sanitaria,  gli screening gratuiti che è stata inaugurata dal Sindaco Bolognari e dal Governatore Collura. Poi la  prima sessione di lavori: una tavola rotonda sul tema “La cultura, precondizione per la crescita sociale e lo sviluppo del territorio siciliano”,  coordinata brillantemente dal  giornalista di Mediaset e  brillante scrittore, Gaetano Savatteri, e che ha visto la partecipazione del Sindaco di Palermo, on. Leoluca Orlando, in collegamento , del professor Paolo La Greca, consulente del sindaco di Catania Pogliese,  e dei Rettori delle Università di Catania, professor Francesco Priolo e di Messina professor Salvatore Cuzzocrea del Delegato del Rettore dell’Università di Palermo, professor Silvio Buscemi e dell’Assessore regionale all’Istruzione Roberto Lagalla, Il pomeriggio si è aperto con la consegna del Premio Ciancitto, che come ha spiegato l’architetto Carmelita Ciancitto, figlia dello scienziato Antonino, vuole dare un riconoscimento al merito e all'applicazione nella ricerca scientifica e si inserisce all'interno delle iniziative volte alla valorizzazione di questi studi possibilmente finalizzandole all'interessamento degli enti e/o istituzioni appositamente preposti per arrivare alla sperimentazione/applicazione degli stessi. A ritirare il Premio Ciancitto il dottor Carmelo Vindigni dell’Università Kore di Enna presentato dal suo docente professor Giuseppe Alaimo. Subito dopo la terza sessione dei lavori con una tavola rotonda sull’associazionismo condotta da Carlo Alberto Tregua, Direttore del Quotidiano di Sicilia e scrittore con la partecipazione di Valerio Cimino, Governatore Rotary Sicilia e Malta, Giuseppina Seidita , Past  Presidente Nazionale FIDAPA, Cristina La Grassa Fiorentino, Governatore Inner Wheel Sicilia e Calabria , Rina Florulli, Vice Presidente Nazionale SOROPTIMIST, Alberto Buttafaro, Governatore della Disione I del KIWANIS. “E’ la prima volta – ha detto il Governatore Lions Collura – che il mondo del volontariato firma un accordo per lavorare insieme sui territori. Non era mai successo e siamo felici di essere stati i promotori di questo momento importante”. Poi la chiusura, come scritto, con l’ momento di confronto la quarta sessione di lavoro su: “L’evoluzione antropologica della nostra società”, moderata da Enzo Stroscio, Ha chiuso i lavori il Governatore Collura. Nel corso della due giorni è stato distribuito anche l’ultimo numero della rivista cartacea e on line “Lions Sicilia”, un numero ricchissimo di contenuti di 68 pagine.

     

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI