ISOLA BELLA. IL COMUNE DI TAORMINA ESPRIME PARERE NON FAVOREVOLE. ECCO LA NOTA

ISOLA BELLA. IL COMUNE DI TAORMINA ESPRIME PARERE NON FAVOREVOLE. ECCO LA NOTA In evidenza

Con una nota indirizzata all’Assessorato Territorio ed Ambiente, al Ministero delle Infrastrutture, alla Soprintendenza ai Beni Culturali e all’Agenzia dei Monopoli e delle Dogane,  il primo cittadino di Taormina Eligio Giardina ha espresso il proprio dissenso nei confronti del progetto di realizzazione di una piattaforma galleggiante nella baia dell’Isola Bella. "Si rammenta,  scrive Giardina,  che nel 1984 la Regione Siciliana dichiarò l’Isola Bella un monumento di interesse storico artistico di particolare pregio, sottoponendola a vincoli di tutela e nel 1998 fu istituita “Riserva Naturale Orientata”." In considerazione della sua storia e dell’importanza turistica che riveste per la città di Taormina la famosa spiaggia dell’Isola Bella, il Comune, si legge nella nota, ritiene di primaria importanza la tutela del paesaggio ed in particolare del bene paesaggistico “Isola Bella”. Giardina evidenzia anche la contraddittorietà del comportamento della Regione che da un lato, per tutelare il suddetto bene ha istituito la “Riserva Naturale Orientata”, e dall’altro lato intenderebbe autorizzare il progetto della piattaforma galleggiante , che svilirebbe la citata tutela. Ecco perché, scrive Giardina,  il comune di Taormina esprime parere non favorevole. Infine l’appello a tutti gli Enti interessati nel rilascio di pareri, a voler prendere in considerazione l’importanza che riveste il bene paesaggistico per la città di Taormina prima di esprimere i pareri di loro competenza. Giardina ha chiesto in particolar modo, soprattutto alla Regione di voler porre la massima attenzione nell’istruttoria della pratica. La nota del primo cittadino rappresenta senz’altro un primo importante segnale a difesa del territorio e dell’Isola Bella, anche se preoccupa il comportamento della Regione che, come evidenzia il sindaco di Taormina nella nota, sembrerebbe orientata ad autorizzare il progetto. Un orientamento che diventa preoccupante soprattutto in considerazione del fatto che, è notizia di queste ore, proprio la Regione avrebbe deciso di fare un passo indietro rispetto alle nuove autorizzazioni  demaniali.  Il Dipartimento Regionale  Territorio e Ambiente aveva  sospeso l’affidamento di nuove concessioni demaniali marittime fino al completamento  degli iter di approvazione dei Pudm, i piani di utilizzazione demanio marittimo. Una sospensione che avrebbe coinvolto le istanze provenienti da numerosi comuni  rivieraschi, anche con riferimento a  pratiche che hanno concluso la fase istruttoria per le quali mancherebbe solo la firma del Dirigente Generale. Un provvedimento che automaticamente bloccava anche un eventuale possibile autorizzazione per il progetto dell’Isola Bella. Un ulteriore garanzia a tutela del territorio che però è durata davvero poco. Le proteste infatti del settore turistico-balneare hanno costretto il Governatore Rosario Crocetta a fare un passo indietro e stoppare l’iniziativa del neo dirigente regionale, Maurizio Pirillo. Nessuna revoca dunque e nessun blocco per le nuove concessioni demaniali.

 

000
Letto 1146 volte

Articoli correlati (da tag)

  • TAORMINA CONTROLLI POLIZIA LOCALE ALL’ISOLABELLA

    Nella mattinata di oggi a seguito di esposto pervenuto presso il Comando di Corso Umberto la Polizia Locale di Taormina unitamente alla Guardia Costiera dell’ufficio Locale marittimo di Giardini Naxos sono stati effettuati dei controlli nel litorale Isolabella. La guardia costiera coordinata dal primo maresciallo Arizzi ha contestato n. 2 verbali per conduzione moto acqua senza patente, n. 3 verbali per aver locato acquascooter senza aver stipulato i relativi contratti di locazione, n. 1 verbale per aver locato un natante senza che la ditta fosse in possesso delle autorizzazioni ad esercitare tale attività, n. 1 verbale per aver effettuato attività di traino di giochi acquatici per uso commerciale senza autorizzazione e n. 1 verbale per ormeggio dei giochi nelle boe del corridoio di lancio per un totale di 6.180 euro di verbali.

     La Polizia Locale di Taormina coordinata dal Vice Comandante Commissario Daniele Lo Presti ha contestato ad un cittadino straniero  n. 1 verbale per commercio in posto fisso senza autorizzazione e proceduto a relativo sequestro di merce oltre a n. 3 sequestri a carico di ignoti per un totale di n. 202 articoli da mare (cappelli, occhiali da sole, teli, ombrelloni e scarpe da mare).

  • Taormina. I carabinieri arrestano un 26enne in esecuzione di misura cautelare e denunciano due giovani per furto aggravato in concorso

    Ieri i Carabinieri della Compagnia di Taormina hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dall’Ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Messina, nei confronti del 26enne taorminese G.V., già noto alle forze dell’ordine, residente a Giardini Naxos (ME), ritenuto responsabile, in concorso con la propria convivente, del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina.

    Alcuni giorni fa, a Giardini Naxos, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Taormina avevano controllato l’uomo insieme alla sua convivente. A seguito della perquisizione, la 21enne R.M., convivente del giovane, era stata trovata in possesso di alcune dosi di cocaina ed arrestata, in flagranza di reato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente mentre l’uomo era stato deferito, in stato di libertà, per il medesimo reato. Poiché, all’esito dell’esame del Reparto Investigazioni Scientifiche dei Carabinieri di Messina la sostanza risultava essere del tipo cocaina con oltre 2 grammi di principio attivo, sufficienti a ricavare circa 18 dosi medie singole, i Carabinieri della Carabinieri di Taormina informavano l’Autorità Giudiziaria che, a seguito della relazione dei militari dell’Arma, emetteva il provvedimento della misura cautelare degli arresti domiciliari a carico dell’uomo.

    Sempre nella giornata di ieri. i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Taormina hanno deferito, in stato di libertà, due soggetti: un 30enne di Francavilla di Sicilia (ME), ed un 24enne siracusano, ritenuti responsabile del reato, di furto aggravato in concorso.

    In particolare, a seguito di una segnalazione da parte di un ristoratore di Giardini Naxos che aveva subito il furto di una cassetta con del danaro, i Carabinieri intervenivano nella zona individuando e bloccando due soggetti trovati in possesso della cassetta contenente il denaro, asportata poco prima dal ristorante. Pertanto la refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario ed i due sono stati condotti in caserma per gli accertamenti e deferiti, in stato di libertà, per il reato di furto aggravato in concorso.

  • TAORMINA. Completata la verifica della contabilità e dei bilanci di Asm degli ultimi 10 anni. Commissario Fiumefreddo: "Ora Taormina potrà puntare ad avere servizi di livello europeo"

    "Si è completata, martedì, la verifica della contabilità e dei bilanci degli ultimi 10 anni - riferisce il commissario di Asm, l'avvocato, Antonio Fiumefreddo -  un lavoro enorme, che si è reso possibile grazie all’impegno straordinario degli esperti incaricati e degli uffici interni preposti al compito. È stato così mantenuto l’impegno assunto al momento della mia nomina, e ciò malgrado l’irrompere dell’emergenza sanitaria che per tre mesi ci ha costretti a rallentare il ritmo. Del traguardo raggiunto ho informato il sindaco, Mario Bolognari ed il presidente del consiglio comunale, Lucia Gaberscek. Ora toccherà al revisore unico il non meno impegnativo compito appunto della revisione. Intanto, nella imminenza del superamento della liquidatela, ho chiesto al Consiglio comunale di votare i contratti di servizio, così da restituire linearità ed efficienza nei servizi resi ai cittadini. Soddisfatto di aver raggiunto un obiettivo che sembrava impossibile, desidero ringraziare pubblicamente  tutti quanti hanno contribuito a questo sforzo: dai lavoratori di Asm ai collaboratori, dai consiglieri comunali tutti all’amministrazione. Quando si lavora per il bene comune è necessario farlo senza dividersi, ed è esattamente quello che è successo a Taormina. Un modello di cui andare orgogliosi".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI