FURCI SICULO. INCONTRO CON I DIRIGENTI DELL’AZIONE CATTOLICA . PIRA: “LA FAMIGLIA ORMAI È DIGITALE”

FURCI SICULO. INCONTRO CON I DIRIGENTI DELL’AZIONE CATTOLICA . PIRA: “LA FAMIGLIA ORMAI È DIGITALE” In evidenza

“Ormai ormai la famiglia è digitale. La comunicazione tra genitori e figli avviene spesso in maniera virtuale. Nascono nuovi codici e nuovi linguaggi che devono essere colti e fanno parte della grande rivoluzione che stiamo vivendo. C’è democratizzazione delle relazioni ed un’esplosione della comunicazione che deve essere compresa e gestita da tutte le agenzie educative a partire dalla scuola. E’ necessaria un’alfabetizzazione. Non è possibile rimanere fuori dal linguaggio e dalle opportunità della rete; ma essere in rete non significa rimanerne impigliati”. Lo ha detto Francesco Pira, sociologo e docente di comunicazione all’Università di Messina, intervenendo ieri sera all’incontro che si è svolto a Furci Siculo nella Parrocchia S. Maria del Rosario rivolto a  famiglie, giovani e operatori pastorali. Il tema dell'incontro, organizzato dal giovane e attivissimo parroco Mons. Giò Tavilla, anche Direttore del periodico diocesano "La Scintilla" e dalla dinamica Presidente dell'Azione Cattolica, Prof.ssa Graziella Cacciola, era: "La famiglia digitale. I nuovi stili genitoriali". La relazione di Pira, durata circa un'ora è sta benevolmente accolta dalle tante persone presenti che hanno ascoltato con molta attenzione e poi posto domande e fatto riflessioni. All’incontro era presenti il sindaco di Furci, Dott. Sebastiano Foti, l'assessore alla cultura Arch. Alessandro Niosi, la Vice Presidente del Consiglio Comunale, Rosaria Ucchino, la consigliera Sarah Vita, il Presidente dell'Ucsi di Messina, Crisostomo Lo Presti, ma soprattutto genitori e giovani impegnati in parrocchia.

000
Letto 2072 volte

Articoli correlati (da tag)

  • I LOVE FURCI: Disponibile da oggi lo spot dell’amministrazione comunale per promuovere le bellezze del territorio
     Si chiama “I LOVE FURCI” lo spot turistico di promozione del paese disponibile da oggi sul nuovo canale YouTube del Comune di Furci Siculo (Messina).
    Il video, della durata di 3 minuti e 45’’, mostra in modo originale e creativo le bellezze e le peculiarità del territorio. Promotore della significativa iniziativa è stato l’assessore al Turismo Giovanni Catania, insieme a tutti i componenti dell'amministrazione comunale.
    Il sindaco di Furci Siculo Matteo Francilia, che è stato un grande sostenitore dell’iniziativa, dichiara: “Questo filmato rappresenta ciò che siamo, nella semplicità, nell’accoglienza e nell’eccellenza, mettendo in mostra le attrattive del nostro Comune e cosa può offrire ai turisti. In questa estate molto particolare ed in un’ottica di riqualificazione e valorizzazione del nostro paese, vogliamo dare un segnale di speranza e rinascita agli operatori del turismo. Ringraziamo tutta la comunità che ha partecipato con entusiasmo alla realizzazione del video”.
    Lo spot I Love Furci è stato commissionato a Peppe Foti del Flash Up Studio di Furci Siculo, che ha curato anche la parte creativa e la produzione del video.
    L’Assessore Catania aggiunge: “I Love Furci rappresenta il punto di partenza per la creazione di un più ampio percorso di sviluppo turistico innovativo per il Comune, che durerà diversi mesi. Presto ci saranno tante novità, perché strettamente connesso alla realizzazione del video, c’è anche la nascita di un progetto che alcuni professionisti Furcesi stanno sviluppando e che noi dell’amministrazione comunale sosterremo”.
  • FRANCESCO PIRA ALLA GUIDA DEL NUOVO OSSERVATORIO NAZIONALE SULLE FAKE NEWS DI CONFASSOCIAZIONI

     “Guidato da Francesco PIRA, è nato l’Osservatorio Nazionale sulle Fake News di CONFASSOCIAZIONI per individuare soluzioni che aiutino la gestione trasparente della comunicazione sui media e in rete”. Lo ha dichiarato in una nota Angelo DEIANA, Presidente di CONFASSOCIAZIONI.

    “D’altra parte, la nostra Confederazione, la rete delle reti, che raggruppa al suo interno 1 milione e 180mila iscritti e 678 organizzazioni di professionisti e imprese non poteva non occuparsi di questo tema strategico. Per questo abbiamo messo insieme un team di professionisti di altissimo livello guidato da Francesco PIRA – ha continuato il Presidente DEIANA – che lavorerà per individuare soluzioni per il mondo della comunicazione e proposte efficaci per incidere realmente sulla diffusione di un fenomeno che non ha risparmiato nemmeno una tragedia come il Covid-19”.

    “La quantità di notizie e soprattutto la velocità crescente di diffusione generata dai social – ha dichiarato Francesco PIRA, che è anche Professore di Comunicazione e Giornalismo presso l’Università di Messina – rendono veramente complesso anche per i più esperti trovare i punti d’ombra delle fake news. E’ per questo che dobbiamo fare tutti insieme uno sforzo di analisi sull’autorevolezza delle fonti. Uno sforzo che deve vedere il concetto di rete come sistema di protezione ed educazione preventiva di coloro che sono più vulnerabili”.

    “Anche se il nostro team è ancora in progress con nuove grandi personalità in arrivo, insieme a me fanno già oggi parte dell’Osservatorio Nazionale sulle Fake News di CONFASSOCIAZIONIAndrea ALTINER, Vice Presidente Esecutivo, Carmelo CUTULI, Segretario Generale, Adriana APICELLA, Referente dell’Ufficio di Presidenza e, come componenti, importanti protagonisti: Angelo BARRACOGiuseppe CASCIOFrancesco KOSTNERDebora ROSCIANI, Sergio TALAMOFabio TRICOLIMarina VALERIOAlessandro VERCELLOTTI. Tutti i profili dell’Osservatorio sono sul nostro sito al link https://www.confassociazioni.eu/la-nostra-organizzazione/struttura-organizzativa/”.

    “D’accordo con l’Ufficio di Presidenza di CONFASSOCIAZIONI, l’Osservatorio – ha affermato il Prof. PIRA – vuole analizzare le fake news sotto molteplici punti di vista al fine di individuare non solo i fattori chiave dal punto di vista della comunicazione e dell’informazione, ma anche i percorsi, i modelli, le best practices per contrastarne la diffusione. Un metodo di lavoro fondato su un perimetro solido per elaborare delle proposte serie e condivise da portare ai poteri decisori e nelle sedi istituzionali opportune”.

    “D’altra parte, questo fenomeno non ha bisogno di analisi ma soprattutto di soluzioni – ha concluso Francesco PIRA, Presidente dell’Osservatorio Nazionale sulle Fake News – per cui è fondamentale individuare misure concrete in grado di contrastare il dilagare delle fake news che stanno intaccando ed inquinando il mondo della comunicazione rendendo a volte impossibile distinguere le informazioni corrette e veritiere dalle bufale. Questo rende il lavoro dei comunicatori molto più complesso. Noi dell’Osservatorio, insieme all’intera struttura di CONFASSOCIAZIONI, lavoreremo duro per provare a dare alla comunicazione e a tutti un futuro migliore in questo settore”.

  • FURCI SICULO. C’E’ IL 4° CASO DI COVID 19. E’ UN OPERATORE SANITARIO

    È un operatore sanitario che lavora in una struttura ospedaliera di Messina il quarto caso di covid 19 riscontrato nel comune di Furci Siculo. L’uomo al momento è asintomatico e sarebbe stato sottoposto al tampone solo per il lavoro che svolge. A comunicarlo è come consuetudine ormai il primo cittadino Matteo Francilia che ha subito attivato il Centro operativo comunale.

    “ Si tratta, ha spiegato Francilia, di un altro eroe,  di un'altra persona che lavora per le nostre comunità e che si mette a disposizione per cercare di dare una mano dalla mattina fino alla sera. E’  per questo che il nostro ringraziamento va sempre a tutti gli operatori del mondo sanitario che si fanno in quattro per noi rischiando la propria vita.  Si tratta di una persona quindi che lavora presso una struttura ospedaliera che appunto ha preso il coronavirus lavorando e si trova ovviamente in quarantena con tutta quanta la famiglia in totale isolamento. Tutto il nucleo familiare fa parte del mondo sanitario e per questo motivo erano già isolati per conto loro e facevano   semplicemente la spola tra casa e lavoro e non avevano contatti con altre persone.  Abbiamo quindi ricostruito semplicemente quella che era parentela personale.  Tutto ciò ancora una volta ci fa capire che il virus purtroppo nel 99% dei casi viene appunto dalle strutture ospedaliere. Chiaramente, ha proseguito Francilia, abbiamo tutta la situazione sotto controllo.  Già  in mattinata mi sono messo in contatto con il direttore generale dell’Asp chiedendo che tutta la famiglia sia sottoposta a tampone.  Dobbiamo andare avanti con la consapevolezza che la situazione non è semplice, dobbiamo avere sempre più senso di responsabilità e dobbiamo rimanere a casa. Dobbiamo cercare di evitare contatti con chiunque fino a quando non si trova il vaccino purtroppo è questa l'unica medicina.”

    Matteo Francilia come il collega sindaco di Savoca Nino Bartolotta ha poi evidenziato le difficoltà legate ai tempi di attesa per i risultati dei tamponi.

    “ A Furci, ha spiegato Francilia, in questo momento ci sono 20 persone che hanno terminato i 16 giorni previsti  di quarantena e aspettano l’esito dei  tamponi a cui sono stati sottoposti. Ho sollecitato il direttore dell’Asp e il direttore del Policlinico di Messina che hanno garantito il massimo impegno in questa direzione. Non posso non evidenziare, ha affermato Francilia , che c’è un forte ritardo ed io più che sollecitare ogni giorno le autorità competenti non posso fare.”

    Infine ancora una volta l’appello ai suoi concittadini” Vi chiedo di continuare a rispettare le regole e rimanere a casa. Non si può abbassare la guardia, non possiamo vanificare tutti i sacrifici fatti.”

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI