Super User

Super User

Ieri sera, nel corso di servizi finalizzati al contrasto dello spaccio di stupefacenti, i Carabinieri della Stazione di Roccalumera hanno arrestato, in flagranza di reato, il 30enne C.M. e deferito in stato di libertà altre due persone, tutti responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

 A destare i sospetti dei militari erano stati i continui movimenti rilevati, nel corso degli ultimi giorni, intorno all’abitazione di C.M. Nella serata di ieri, dopo diversi servizi di appostamento, i militari bloccavano un uomo che usciva frettolosamente dall’abitazione controllata, il quale, sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di tre grammi di sostanza stupefacente tipo cocaina già suddivisa in dosi.

 Pertanto, i militari dell’Arma decidevano fare accesso nell’abitazione sospetta, all’interno della quale si trovavano il 30enne C.M. ed un 58enne. I due uomini sono stati sottoposti a perquisizione personale che consentiva di rinvenire indosso al 58enne la somma di 185,00 euro ritenuta provento dello spaccio. La perquisizione, estesa a tutta l’abitazione ed ai luoghi ad essa pertinenti, consentiva inoltre il rinvenimento di ulteriori 15 grammi di sostanza stupefacente tipo cocaina e di un bilancino di precisione perfettamente funzionante.

 Tutta la sostanza stupefacente rinvenuta con il bilancino di precisione sono stati sequestrati ed il 30 enne C.M. è stato arrestato in quanto ritenuto responsabile del reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Il 32enne ed il 58enne, invece, sono stati deferiti, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Messina, in quanto ritenuti responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

 Nella giornata odierna, l’arrestato è stato condotto dinnanzi al Giudice del Tribunale di Messina che, dopo aver convalidato l’arresto operato dai Carabinieri, ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari.

 

"A seguito dell’Assemblea dei soci tenutasi il 21 ottobre, è stato avviato il percorso di liquidazione della Jonica Trasporti, società partecipata di Ast che verrà definito entro il 2 dicembre 2019 con la convocazione di un’assemblea straordinaria. L’amministratore unico di Jonica Trasporti, Gianfilippo Ceccio, non avendo altre possibilità ha avviato il percorso di liquidazione della società.

“Adesso - dichiara il deputato Danilo Lo Giudice-  è necessario che la politica intervenga al fine di garantire due obiettivi fondamentali:

  1. salvaguardare le linee e quindi il servizio svolto nei comuni della zona jonica messinese.
  2. Tutelare i lavoratori che non possono pagare per errori altrui.

“Se da un lato - continua Lo Giudice - è vero che la situazione attuale della jonica destra preoccupazioni allo stesso tempo non può verificarsi ancora una volta che a pagare il caro prezzo di tale dismissione siano gli utenti e i lavoratori.  Proprio per questo motivo - conclude il deputato e sindaco di Santa Teresa di Riva - ho chiesto all’assessore Marco Falcone un incontro urgente insieme al Presidente di Ast Tafuri per tracciare insieme il percorso che possa evitare l’ennesimo scippo per il nostro territorio. Da più fonti si apprende che la jonica Trasporti dovesse essere utilizzata dal socio privato per una scalata in Ast ma di tutto ciò si occuperà la magistratura; ciò che importa in questo momento è che si possa continuare a garantire i collegamenti in una zona importante della Sicilia che diversamente rimarrebbe sguarnita di qualsivoglia collegamento.”

 

Ieri, i Carabinieri della Stazione di Graniti hanno deferito, in stato di libertà, il 22enne S.S. originario di Ragusa, in quanto ritenuto responsabile della cosiddetta “truffa dello specchietto”. Ieri mattina, una persona denunciava ai Carabinieri della Stazione di Graniti che, poco prima, era stata vittima della cosiddetta truffa dello specchietto per l’importo di 150,00 euro. La vittima indicava nella denuncia una sommaria descrizione del truffatore e del veicolo sul quale viaggiava. Pertanto, la Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Taormina, diramava le ricerche segnalando, nel contempo, a tutte le pattuglie sul territorio, il veicolo da ricercare. A distanza di qualche ora, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Taormina hanno individuato e bloccato, a Letojanni (ME), un giovane con le caratteristiche fisiche rispondenti a quelle riferite dalla vittima. Sul posto giungevano anche i militari della Stazione di Graniti che ponevano alcune domande al fermato il quale, resosi conto di essere stato scoperto, ammetteva di essere stato l’artefice della truffa e consegnava i 150,00 euro sottratti. Il denaro è stato restituito alla vittima della truffa ed il 22enne S.S. è stato denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Messina per il reato di truffa

Come ormai tradizione, anche quest’anno l’UOC di Dermatologia dell’AOU G. Martino aderisce alla Giornata Mondiale della Psoriasi, promossa in Italia dall’ADIPSO (Associazione per la DIfesa degli PSOriasici). Domani, Martedì 29 ottobre,  dalle 10,00 alle 15,00, al quarto piano del padiglione H, personale medico dedicato distribuirà opuscoli e fornirà  chiarimenti su questa malattia e sulle strategie terapeutiche più moderne disponibili.

L’obiettivo è quello di fornire alla popolazione una informazione corretta e qualificata, oltre che sensibilizzare l’opinione pubblica su una patologia ingiustamente sottovalutata.

In un momento storico come il nostro, di drastici “tagli” della spesa pubblica e, in particolare, nella Sanità è giusto che la società e la classe politica riconoscano nella psoriasi un problema sociale: in Sicilia sono oltre 130.000 i soggetti colpiti da questa dermatosi, che non è contagiosa, ma che può essere invalidante per le gravi ripercussioni psico-emotive e la possibile presenza, in contemporanea, di patologie internistiche quali artrite, diabete, obesità, ipertensione.

L’UOC di Dermatologia, centro di riferimento nazionale per la cura della psoriasi (già centro PSOCARE), da anni dispone di un ambulatorio e personale sanitario dedicato, che si occupa integralmente del paziente psoriasico: forte anche della collaborazione di consulenti specialisti di altre discipline internistiche, affronta l’iter diagnostico di tale complessa malattia e individua la cura più adatta, che può spaziare oggi da trattamenti topici (creme, lozioni), alla fototerapia (UVB a banda stretta), fino a farmaci sistemici immunomodulanti (ciclosporina e farmaci biologici).

 

Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Stazione di Scaletta Zanclea hanno arrestato il 56enne pregiudicato D.B.S., in esecuzione di un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Messina – Ufficio Esecuzioni Penali.

L’uomo, già sottoposto all’affidamento in prova al servizio sociale, nell’agosto del 2016 era stato arrestato dai Carabinieri di Scaletta Zanclea con l’accusa di maltrattamenti contro familiari o conviventi. Riconosciuto colpevole e condannato alla pena di 3 anni e 6 mesi di reclusione, doveva ancora scontare la pena.

Ieri i militari della stazione di Scaletta Zanclea lo hanno arrestato e condotto in carcere.

 

Dopo il successo di pubblico e di critica nazionale ed europea quasi ventennale che ha avuto il rifacimento del Much Ado about nothing di Camilleri e Dipasquale nel Troppu trafficu ppi nenti, debutta sul palcoscenico del Must Musco Teatro oggi, venerdì 25 ottobre 2019 alle ore 21, Troppu trafficu ppi Carrubba, testo e regia di Giuseppe Dipasquale.

Lo spettacolo replicherà sabato 25 ottobre alle ore 17,30 e 21,00 e domenica 27 alle ore 17,30

“Complice il mio amico e grande artista quale è Mimmo Mignemi, - spiega il regista, Giuseppe Dipasquale - che mi è stato vicino per diciasette anni di successi del Troppu trafficu ppi nenti, scritto a quattro mani con Andrea Camilleri, dove egli interpretava il personaggio di Carrubba, mi sono deciso a scrivere un sequel,  uno spin off,  come si dice adesso,  comico su questo personaggio. Carrubba, appunto, è personaggio fra i più comici della storia del teatro di tutti i tempi, e riesce a far faville nella combinata di banda sgangherata che forma insieme a Sorba e Ugo come guarnigione o, come direbbe lui guarnizione,  del Duca Lionatu di Missina.  Il nome significa letteralmente "bacca di cane", in riferimento ad un particolare tipo di frutto selvatico (probabilmente l'uva spina) tipico del bacino del Mediterraneo. La sua estrazione sociale è inferiore a quella di altri personaggi: nel confronto con loro il linguaggio del poliziotto va incontro ad inevitabili papere linguistiche.”

A completare il cast una squadra di eccellenti attori che, a partire da Valeria Contadino, nel ruolo di Ofelia moglie di Carrubba, insieme a Cosimo Coltraro (Dottor Fiordipisello), Rita Abela (Jenny), Valerio Santi (Sorba) e Francesco Russo (Ugo lo Stillongo), sviluppano una storia originale, la quale, attraversando la sua fonte originaria, procede decisamente in una direzione del tutto nuova. Qui i personaggi vivono la stessa linea temporale del modello shakespeariano, ma vivono una azione del tutto diversa. Le musiche originali del M° Matteo Musumeci aiuteranno a traslare nell’immaginario crocevia mediterraneo di magheggi anche questa nuova vicenda.

“Lo sproloquiare comico di Carrubba, Sorba e Ugo – continua il regista e autore -  “che vivrà in questa commedia situazioni di servizio e domestiche insieme, saranno insaporite da una storia personale che confermerà la grandezza umana e umile insieme di queste figure nata dalla fantasia di un genio teatrale come William Shakespeare e tenute in vita molto più modestamente dalla penna del sottoscritto.” 

Proseguendo il lavoro linguistico del precedente testo, anche qui la lingua siciliana illustre viene ricostruita nelle sue scaturigini più nobili e popolari insieme, con qualche spazio per la modernità del proverbiare e scelte fonetiche che appaiono insolite oggi, ma che dovevano essere consuete in corti dove il latino era la lingua diplomatica.

Botteghino Must Musco Teatro aperto tutti i giorni dalle ore 10,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 20,00 in Via Umberto I, 312, Catania - Tel. 0952289426.

Giovedì 24 ottobre nel plesso scolastico di Limina, il Lions Club Letojanni-Valle d’Agró ha avviato il Service Distrettuale “Sviluppo degli orti urbani “.

Il Presidente del Club Dr.ssa Marina Scimone e i soci Francesca Celi Componente Area Ionica del Service e Ketty Tamà GST e Delegato Distrettuale hanno avuto il compito di presentare il progetto ai bambini.

È stata spiegata l’importanza di rispettare la Terra che ci fornisce tutto ciò di cui abbiamo bisogno e sono stati mostrati i semi e le piante che avrebbero coltivato e il risultato finale del loro futuro racconto.

Sono stati piantati lattuga, broccoli, carote, piselli, fave, basilico, patate, salvia sotto l’attenta guida del nonno e degli insegnanti.

 “I bambini -  ha spiegato la Dr.ssa Scimone - erano entusiasti e incuriositi, hanno partecipato all’intero processo con interesse e collaborazione. Un sentito ringraziamento al Sindaco Dr. Marcello Bartolotta in rappresentanza del quale erano presenti il Vice Sindaco e Assessore alla Pubblica Istruzione Jenny Spadaro e l’Assessore alla Salute, Sport e Turismo Antonio Saglimbeni, per la loro disponibilità nell’accogliere la nostra proposta e averci fatto trovare il terreno pronto alla semina, al corpo docente e al nonno “Capo Coltivatore”. Nel corso degli anni – ha proseguito - ci siamo resi conto che i bambini sono il nostro investimento più importante per il futuro e spesso i plessi scolastici più distanti rischiano un’immotivata, anche se involontaria, esclusione da molte attività assolutamente attuabili. Per questa ragione nel nostro piccolo cerchiamo di essere presenti e propositivi, per dare a tutti i bambini occasione di conoscere, imparare e perché no divertirsi.”

I prossimi appuntamenti riguarderanno il controllo dello stato della coltivazione, il raccolto e ovviamente una festa dedicata ai piccoli agricoltori.

Allerta meteo rossa oggi - venerdì 25 nella Sicilia orientale e gialla in quella occidentale.  I sindaci dei comuni jonici hanno provveduto ad emanare ordinanza di chiusura delle scuole. Massima attenzione per i corsi d’acqua. Il comune di Furci Siculo ha provveduto a mettere in sicurezza l’alveo del torrente Savoca posizionando blocchi di cemento a protezione della sede stradale e del centro abitato.

Le Ferrovie dello Stato hanno diffuso una nota con la quale informano che la circolazione ferroviaria sulle linee Lentini-Caltagirone, Siracusa-Modica-Gela-Canicattì, Canicattì-Caltanissetta e Agrigento-Canicattì è sospesa. Inoltre, a causa dei danni dovuti al maltempo, la linea Palermo - Trapani, interrotta dalle 19 di ieri, rimarrà chiusa fino alle 12 di oggi. A Licata un uomo risulta disperso da ieri, giovedì 24.

Il meteorologo Samuele Mussillo mette in guardia sulle prossime ore: “A suscitare preoccupazione , scrive sulla sua pagina facebook, è il sistema temporalesco a mesoscala "V-Shaped" cioè a forma di V, che è quasi stazionario tra Malta e lo Ionio. Potrebbe ricevere "linfa" dalle correnti instabili che ruoteranno intorno al minimo in quota e procedere verso lo Stretto. Questo sviluppo potrebbe indurre un severo peggioramento nelle prossime 12 ore, con temporali a carattere di nubifragio sul versante ionico e sul comparto tirrenico tra Patti e Milazzo. Da questo movimento, scrive Mussillo, dipenderà tutto l'esito tra una normale perturbazione autunnale e una fase di severo e forte maltempo.”

Le norme comportamentali da seguire sono sempre le stesse:

- se risiedi o lavori in zona a rischio esondazione, non sostare o pernottare in locali seminterrati o situati al piano strada

- proteggi con paratie o sacchi di sabbia i locali che si trovano al piano strada e chiudi le porte di cantine, garage, seminterrati

- sposta l’auto e/o moto in una zona alta non soggetta ad allagamenti

- limita gli spostamenti

- tieni in casa una cassetta di pronto soccorso, una radio a pile, una torcia elettrica

- iscriviti al servizio gratuito di informazioni emergenza su SMS

Durante l’Allerta e con alluvione in atto

- segui le evoluzioni meteo e Allerta sui siti (raggiungibili anche dalle home page dei Comuni):

- non accedere o soggiornare in cantine, garage, locali seminterrati o al piano strada, sino alla fine dell’evento e sali ai piani superiori

- proteggi con paratie o sacchetti di sabbia i locali al piano strada; chiudi le porte di cantine, seminterrati o garage solo se non ti esponi a pericoli

- non transitare a sostare su ponti, passerelle, argini di torrenti e sottopassi

- non cercare di raggiungere la tua destinazione, ma cerca riparo presso lo stabile più vicino e sicuro

- esci solo se necessario e usa i mezzi pubblici, viaggerai in modo più sicuro e non intralcerai i mezzi di soccorso

- aggiornati sulle modifiche alla circolazione dei mezzi pubblici

- stacca gli interruttori della corrente e del gas purché tali dispositivi siano collocati in zone sicure della casa

- limita l’uso del cellulare: tenere libere le linee facilita i soccorsi

- non abbandonare un luogo sicuro prima che sia stata dichiarata la fine dell’Allerta

Dopo l’Allerta e l’evento alluvionale:

- prima di allontanarti da un posto sicuro, accertati che sia stata dichiarata la cessazione dell’Allerta

- prima di bere l’acqua del rubinetto assicurati che Ordinanze comunali non lo vietino

- non transitare lungo strade allagate: l’acqua potrebbe celare voragini, buche, tombini aperti

- verifica se puoi riattivare il gas e l’impianto elettrico, se necessario chiedendo il parere di un tecnico

- prima di utilizzare i sistemi di scarico, assicurati che le reti fognarie, le fosse biologiche, i pozzi non siano danneggiati

Cresce l’attesa in vista della nona edizione del “Trofeo Curri chi ti pigghiu – Memorial Salvatore Aliberti ”, in programma domenica 27 ottobre a Santa Teresa di Riva.

La manifestazione di corsa su strada, promossa dall’Atletica Savoca del presidente Manuela Trimarchi con il patrocinio del Comune di Santa Teresa di Riva, è valida per il Campionato Provinciale Individuale e di Società Assoluti e Master e come 17^ prova della “Messina Run Cup”. In palio vi saranno, inoltre, gli ambiti titoli regionali delle categorie promozionali (Ragazzi/e e Cadetti/e). Questo ulteriore e prestigioso campionato è organizzato dalla Torre Bianca in collaborazione con l’Atletica Savoca. 

La riunione di giuria e concorrenti è fissata alle ore 8.15 presso la Piazza Vº Reggimento Aosta (piazza del Comune). Dalle 9.00 prenderanno il via le competizioni giovanili, alle 9.30 lo “start” della gara dei più grandi, che si svilupperà su un percorso ad anello, interamente chiuso al traffico, di circa 1.660 metri.

Dalla partenza posta in Viale Regina Margherita, adiacente Piazza V Reggimento Aosta, si proseguirà in Via delle Colline, Via Roma, Via Cimitero, Via Regina Margherita, sede pure dell’arrivo. Il tracciato sarà ripetuto due volte dalle Allieve, tre dagli Allievi, cinque da Juniores M/F, Ass. M/F e Seniores, suddivisi per fasce d’età come da regolamento FIDAL.

Nel 2018 vittorie di Sebastiano Ragonese, allora tesserato per la Virtus Acireale ed ora in forza all’Universitas Palermo, e Nadiya Sukharyna della Torre Bianca, che si imposero rispettivamente in 30’03” e 34’12”.

 

E’ possibile iscriversi, infine, al “9° Trofeo Curri chi ti pigghiu – Memorial Salvatore Aliberti” fino alle ore 24 di giovedì 24 ottobre, inviando una mail (presidenti di società o loro delegati) all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

COME ARRIVARE

 

Da Catania: Autostrada A 18 uscita Taormina e proseguire sulla S.S. 114 in direzione Messina (8 Km), passando per Letojanni, Sant’Alessio Siculo fino Santa Teresa di Riva Via Lungomare adiacente Piazza Vº Reggimento Aosta (Piazza del Comune).

 

Da Messina: Autostrada A 18 uscita Roccalumera e proseguire sulla S.S. 114 in direzione Catania (Km 4) passando per Furci Siculo, fino a Santa Teresa di Riva Via Lungomare adiacente Piazza Vº Reggimento Aosta (Piazza del Comune).

Con l’incontro sul tema “Sana alimentazione e corretti stili di vita” che si è svolto nella giornata di ieri presso la Scuola Primaria di Gallodoro, il Lions Club Letojanni-Valle d’Agró ha dato il via al Service Distrettuale “Prevenire i disturbi dell’alimentazione”.

Si tratta di un progetto che prevede 3 incontri distribuiti nell’arco dell’anno scolastico. Il Service Distrettuale si pone infatti come obiettivo quello di insegnare ai giovani che, rappresentano il nostro futuro, le buone pratiche per mantenersi in salute e sentirsi bene attraverso piccoli gesti o piccoli cambiamenti nel loro stile di vita che possono dare benedici a breve e lungo termine.

“La nostra collaborazione con il Sindaco, l’amministrazione di Gallodoro e con il plesso scolastico locale - afferma il Presidente del Club Dr.ssa Marina Scimone - prosegue anche quest’anno con un nuovo progetto a seguito del Service “Piccolo Orto Urbano” conclusosi alla fine dello scorso anno scolastico dopo 2 anni di attività. Dopo aver spiegato ai bambini il profondo rispetto che dobbiamo alla terra a cominciare dal rispetto dei tempi che intercorrono tra semina e raccolto - prosegue - e dopo avergli dato la possibilità di sentirsi soddisfatti del loro piccolo orto e aver gustato le verdure da loro coltivate e curate, abbiamo deciso in accordo con la responsabile del plesso ed il personale docente di fare un passo avanti.”

Il primo incontro ha visto la presentazione del Service agli studenti da parte del Presidente del Club e l’intervento della Dr.ssa Maria Teresa D’Agostino, Biologa Nutrizionista, la quale ha spiegato con un linguaggio comprensibile ai piccoli ascoltatori, attraverso la Piramide Alimentare, l’importanza di una sana alimentazione che non significa rinunciare ai propri alimenti preferiti ma semplicemente consumarli responsabilmente.

Il secondo incontro sarà tenuto dal Dr. Ivan Sturiale e riguarderà l’importanza dell’attività motoria che effettuata anche in maniera moderata ma continuativa contribuisce ad uno stato di salute ottimale e verranno spiegati ai bambini alcuni semplici esercizi che potranno poi eseguire anche a casa.

Il terzo incontro si svilupperà sul tema dell’arte e ad occuparsene sarà il Past President del Club Francesca Celi.

Verrà mostrato ai ragazzi come frutta e verdura siano da sempre fonte di ispirazione di artisti tra i più famosi sia in pittura che in scultura e attraverso lo studio della plasticità del corpo ci saranno delle riflessioni su come sia cambiato il senso estetico e con esso la percezione del proprio corpo.

 

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI