27 C
Messina
martedì, Luglio 23, 2024

“Pane per… ME” un progetto di solidarietà

Si è svolta questa mattina nella sala...

Messina, la Polizia metropolitana soccorre un falco ferito nei pressi di via Don Blasco

Gli agenti della sezione faunistico-venatoria della Polizia...

Messina. I carabinieri hanno denunciato un extracomunitario che con altri due suoi concittadini ancora ricercati, aveva aggredito alcuni avventori di un locale

CronacaMessina. I carabinieri hanno denunciato un extracomunitario che con altri due suoi concittadini ancora ricercati, aveva aggredito alcuni avventori di un locale

Un giovane extracomunitario è stato denunciato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina per i reati di porto di armi o oggetti atti ad offendere, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale. Il deferimento scaturisce da un intervento che gli stessi militari del Nucleo Radiomobile hanno effettuato lo scorso 15 giugno a seguito di una richiesta pervenuta al numero di pronto intervento 112 che aveva segnalato una lite all’interno di un locale, nella zona nord di Messina.

Quella sera i Carabinieri sono intervenuti nel bel mezzo della lite in cui erano coinvolti tre extracomunitari, tra cui l’odierno indagato, che, armati di spranghe e bastoni, avevano aggredito alcuni avventori di un locale di ristorazione. Alla vista dei militari, i tre si sono dati immediatamente alla fuga e, mentre due di loro sono riusciti a dileguarsi, il giovane indagato, sebbene avesse opposto resistenza, è stato bloccato dai militari che lo hanno condotto in caserma e proceduto alla sua identificazione.

A seguito di approfondite verifiche, i Carabinieri sono riusciti a documentare le responsabilità a carico del giovane extracomunitario che, in concorso con altri due suoi connazionali, avrebbe preso parte alla lite, sedata dall’arrivo della pattuglia dei Carabinieri, ancor prima che potesse protrarsi al punto da causare conseguenze sui malcapitati avventori aggrediti.

L’indagato dovrà ora rispondere dei reati a lui addebitati, mentre sono in corso le indagini volte a risalire all’identità degli altri due aggressori.

Ti potrebbe interessare anche..

Altri Tag:

Articolo più letti