27.8 C
Messina
domenica, Luglio 14, 2024

Messina, la Polizia metropolitana soccorre un falco ferito nei pressi di via Don Blasco

Gli agenti della sezione faunistico-venatoria della Polizia...

L’associazione Youngs Fahrenheit 68 in piazza per promuovere solidarietà e lotta allo spreco.

L’associazione Youngs Fahrenehit 68 scende in piazza per promuovere...

TAORMINA. SALVINI DA TAORMINA: NON C’E’ PIU’ UN GOVERNO, NON C’E’ PIU’ UNA MAGGIORANZA

PoliticaTAORMINA. SALVINI DA TAORMINA: NON C’E’ PIU’ UN GOVERNO, NON C’E’ PIU’ UNA MAGGIORANZA

“Non c’è più un governo, non c’è più una maggioranza. Chi ama l’Italia non perde tempo.” Così Matteo Salvini risponde ai giornalisti che stamani al Caparena a Taormina gli chiedono chiarimenti sul futuro del Governo.

Il Ministro Salvini è così ufficialmente in campagna elettorale. Il suo tour prende una svolta diversa o forse tutto era previsto fin dal principio.

A Taormina ad accoglierlo c’erano diversi simpatizzanti, alcuni volti noti della vecchia politica e l’arrivo in spiaggia è stato caratterizzato come da copione da strette di mano e selfie.

“L’unica soluzione sincera e democratica, afferma Salvini,  è dare la parola agli italiani. Non capisco, prosegue, questo terrore di far votare gli italiani. Siamo in democrazia. Dovrebbe essere la cosa più bella del mondo far votare i cittadini. Non penso che i cittadini voterebbero mai un’accoppiata Renzi-Grillo però vediamolo. Facciamoglielo fare ad ottobre. A fine settembre vota l’Austria, a metà ottobre vota la Polonia, in autunno voterà anche la Spagna… non si capisce perché altri paesi europei  votino tranquillamente in autunno e gli italiani no. E’ l’attaccamento alla poltrona. Il potere della poltrona. L’Italia ha bisogno di un Governo stabile, serio, con le idee chiare per i prossimi 5 anni. Noi le idee le abbiamo e quindi fatemi lavorare per il futuro.”

Ministro nel programma di Governo non c’erano le elezioni a  così breve scadenza. L’accusa nei suoi confronti è quella di voler capitalizzare il suo consenso.

Salvini “ E’ chiaro che in nessun contratto di Governo ci sono le elezioni ma non c’erano neanche tutti i no che abbiamo sopportato. Troppi no. L’Italia ha bisogno di si, la Sicilia ha bisogno di si non di no. Grandi opere, infrastrutture.”

E spunta il Ponte sullo Stretto e allora capisci che la campagna elettorale è davvero iniziata.

“ Oggi ho preso il traghetto, spiega Salvini, ho parlato con i lavoratori della navigazione  e con i passeggeri. Nel futuro bisogno collegare la Sicilia alla terra ferma  più velocemente. Oggi la situazione non funziona.”

Ministro c’è una parte del Sud che dopo le scorse elezioni Europee si è riscoperto leghista ma, c’è un’altra parte del Sud che non dimentica e non perdona la sua posizione nei confronti del Sud.

Salvini: “La mia era una posizione nei confronti dei pessimi amministratori del sud.  Ieri ho girato la Calabria e ci sono strade ferme da cinquant’anni e la Lega non ha mai governato  neanche un condominio al sud. Evidentemente io me la prendevo e me la prenderò sempre con i pessimi amministratori del sud che hanno condannato milioni di italiani  ad avere una sanità di serie B e una situazione di infrastrutture indegna di un paese civile.”

Al ministro vogliamo però ricordare, forse non lo sa,  che molti di quei pessimi amministratori a cui fa riferimento oggi si sono riscoperti leghisti e  sono nuovamente a caccia di poltrone!

 

A BREVE VIDEO INTERVISTA

Ti potrebbe interessare anche..

Altri Tag:

Articolo più letti